Cronaca Bari Vecchia / Corso Antonio De Tullio

Sbarca al porto con la madre, ma era ricercato per maltrattamenti alla moglie: arrestato 43enne

L'uomo era tra i passeggeri di una nave proveniente da Durazzo. L'ordinanza era stata emessa ad agosto dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere per i comportamenti aggressivi nei confronti della coniuge

Maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate, avvenute alla presenza della figlia di nove anni e un tentativo di violenza sessuale nei confronti della moglie. Tutte accuse nei confronti di un 43enne albanese, destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa ad agosto dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, in Campania.

L'uomo è stato fermato al porto di Bari dalla Polizia di frontiera marittima ed aerea di Bari ieri mattina, mentre era in compagnia di una donna anziana, poi rivelatasi da un controllo successivo essere la madre del 43enne, risultato anche intestatario, "oltre che di un passaporto albanese dal quale si evincevano numerosi transiti presso le varie frontiere d’Italia - spiegano dalla Polizia in una nota - anche di un permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, rilasciata per motivi familiari dalla Questura di Caserta, essendo il medesimo coniugato con una cittadina italiana". I controlli sono scattati quando l'uomo è sbarcato nel capoluogo da una nave proveniente da Durazzo, permettendo di scoprire la denuncia presentata dalla moglie.

"L’uomo, sin dai primi mesi di matrimonio - prosegue la nota - aveva sempre manifestato un comportamento violento ed aggressivo nei suoi confronti, concretato in alcuni casi anche alla presenza di amici ed in molti casi noncurante della presenza della loro figlia minore". Gli agenti di polizia di frontiera lo hanno poi condotto in carcere a Bari, in attesa di giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarca al porto con la madre, ma era ricercato per maltrattamenti alla moglie: arrestato 43enne

BariToday è in caricamento