Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Manifesti con Totò su Punta Perotti, il Pdl condannato a risarcire 175mila euro

Accolte le richieste del legale di Liliana De Curtis, che non gradì il fotomontaggio sui manifesti affissi dal centrodestra nel gennaio 2009, all'indomani della sentenza europea che condannò lo Stato a risarcire i costruttori

Un risarcimento di 175mila euro alla figlia di Totò, Liliana De Curtis, per i manifesti con l'immagine del 'principe della risata' realizzato nel 2009 dal centrodestra.

La sentenza a carico del Pdl cittadino è stata emessa dal tribunale di Bari, che ha accolto le richieste del legale di Liliana De Curtis, avv.Roberto Savino. La figlia dell'attore, infatti, non aveva gradito i manifesti in cui era stata utilizzata l'immagine del padre, affissi dal centrodestra nel gennaio 2009 all'indomani della sentenza della Corte europea che condannava lo Stato a risarcire con 49milioni di euro i costruttori del complesso edilizio. La notizia è riportata oggi da alcuni quotidiani locali.
 
I cartelloni raffiguravano Totò che in un fotomontaggio guardava esplodere i palazzi di Punta Perotti, con lo slogan: 'E io pago!', e, in basso a destra, il simbolo del partito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifesti con Totò su Punta Perotti, il Pdl condannato a risarcire 175mila euro

BariToday è in caricamento