menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manifesti sui "gravi effetti collaterali dei vaccini", scoppia la polemica sulla campagna 'no vax'

Fa discutere l'affissione di alcuni cartelloni che richiamano l'attenzione sui "possibili effetti collaterali gravi" delle vaccinazioni. Sulla bacheca Fb del primo cittadino la protesta di medici e genitori

"I vaccini possono avere effetti collaterali gravi. E se capitasse proprio a te? Informati!". Il manifesto promosso da 'Nati liberi' comparso per le strade della città riaccende la polemica sui vaccini, scatenando una discussione sulla pagina Fb del sindaco Decaro, tra chi chiede la rimozione dei cartelloni e chi invece difende la necessità di "fare informazione" sull'argomento.

A sollevare il caso è il messaggio postato da un pediatra sulla bacheca Fb del primo cittadino, chiedendo il suo intervento: "Come Medico (ed in particolare come Pediatra) sono da anni in trincea nel tentativo di arginare l'assurda e dilagante campagna antivaccinale portata avanti da sparuti personaggi, ignoranti in materia, che stanno mettendo a repentaglio la salute pubblica. Le ricordo che proprio nel tentativo di arginare questo pericolo, lo Stato italiano (di cui Lei fa parte) ha emanato l'obbligo di vaccinazione per tutti i bambini. Questa campagna diffamatoria adesso è sulle strade di Bari e contribuisce ancora di più a creare confusione nella popolazione e a vanificare gli sforzi di tutti noi medici, pediatri ed igienisti in primis, che svolgiamo ogni giorno con passione e convinzione la nostra professione a sostegno della salute pubblica. Ritengo opportuno un Suo intervento affinchè vengano immediatamente rimossi questi manifesti che vanno contro quello che è l'orientamento del nostro Stato, ovvero promozione dei vaccini a tutela della salute dell'intera comunità ed, in particolare, di bambini e anziani".

Il Comune: "Segnalati al Ministero della Salute"

Per contestare il contenuto dei manifesti, è stato anche 'lanciato' lo slogan 'Sì ai vaccini, sì alla vita', postato da decine di persone sulla bacheca Facebook del sindaco. Al medico ha risposto l'assessore alle Politiche educative Paola Romano, che ha ricordato l'impegno del Comune per l'obbligo vaccinale e definendo il manifesto "non accettabile" ed impegnandosi ad approfondire la normativa che regola l'affissione dei manifesti pubblicitari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento