Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Sport e accoglienza, al Cara una maratona per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato

Nel Centro per Richiedenti Asilo di Palese la manifestazione organizzata dalla cooperativa Auxilium. Oltre ai 60 ragazzi ospiti del Cara, alla maratona hanno partecipato anche 20 corridori iscritti ad associazioni di atletica accreditate dal CONI

Si è tenuta questa mattina nel Centro Accoglienza Richiedenti Asilo di Bari "C.A.R.A.TLETICA", la maratona di 10 km organizzata dal direttore Michele Di Lorenzo e dagli operatori della Cooperativa Auxilium in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle sofferenze degli esuli e sostenere gli sforzi delle organizzazioni impegnate.

Dedicata a chi è costretto a lasciare la propria terra per fuggire dai conflitti e dalle persecuzioni, la Giornata Mondiale del Rifugiato è stata istituita nel 2001 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e viene celebrata il 20 giugno per commemorare l'approvazione della Convenzione sui profughi del 1951, pietra miliare per la tutela dei rifugiati, e per riaffermare i valori sui quali sono basati gli accordi internazionali.

Oltre ai 60 ragazzi ospiti del Cara, alla maratona hanno partecipato anche 20 corridori iscritti ad associazioni di atletica accreditate dal CONI: AA Dynamyk Palo del Colle / AS Atletica Adelfia.

Vincitore della manifestazione un ospite del Mali di appena 24 anni, acclamato al traguardo come un vero campione; 2 classificato il sovrintendente di Polizia Francesco Leone "AA Dynamyk Palo del Colle"; 3 classificato Nicola Cinieri "AS Atletica Adelfia". Tripudio finale durante le premiazioni accompagnato dai festeggiamenti meritati per il caro amico e vincitore Ali.

Così come alcuni rifugiati celebri, Albert Einstein, Victor Hugo, Giuseppe Garibaldi, Enrico Fermi o il Dalai Lama sono entrati nella storia del Paese che li ha accolti, chissà se tra gli immigrati non vi sia un futuro campione come Nageeye Abdulle Abdisha Juur, somalo di 21 anni arrivato semifinalista ai mondiali 2011 di atletica leggera; o come il piccolo Sabri Abdulkhar, iracheno che a soli 11 anni è diventato il “Miglior Giocatore Ringo” della categoria Junior all’interno del “Gazzetta Cup 2014”.

Per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato, la cooperativa Auxilium ha promosso, assieme ai beneficiari del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati di Bitonto, anche una mostra itinerante sul tema dell’immigrazione che sarà possibile visitare il 23 giugno a partire dalle ore 18 presso il Torrione Angioino. Al termine i piccoli beneficiari dello Sprar si cimenteranno in una rappresentazione teatrale tratta dal romanzo di L.Frank Baum "Il meraviglioso Mago di Oz".

Tali iniziative sono volte all'integrazione, alla conoscenza e al rispetto delle culture, delle tradizioni e delle storie di ogni immigrato perché, come ha ricordato il presidente di Auxilium, Pietro Chiorazzo, citando il messaggio di Kofi Annan in occasione dell’istituzione della Giornata, “questa ci offre l'opportunità di riconoscere lo straordinario coraggio e il contributo dei rifugiati, quelli di oggi come quelli del passato, che continuano a perseverare nonostante abbiano perso tutto, tranne la speranza. I rifugiati sono i grandi sopravvissuti dei nostri tempi. Tutti loro meritano il nostro incoraggiamento, sostegno e rispetto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport e accoglienza, al Cara una maratona per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato

BariToday è in caricamento