menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La recinzione del cantiere è pericolante, installati blocchi di cemento: marciapiede bloccato a Mungivacca

Accade in via Hahnemann, alle spalle del Giovanni XXIII, dove da settembre è attivo il cantiere per il completamento dell'ingresso posteriore dell'Ospedaletto. I residenti: "Nessuno prende più l'autobus"

La recinzione del cantiere è pericolante e, di conseguenza, viene protetta da una barriera di cemento. Peccato che però questa renda di fatto inagibile il marciapiede. Siamo in via Hahnemann, alle spalle dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari. A segnalare la situazione alla redazione di BariToday sono i residenti della strada parallela a via Amendola, dove da settembre scorso sono partiti i lavori per la realizzazione dell'ingresso posteriore dell'Ospedaletto.

"Marciapiede bloccato"

"I lavori sono al momento fermi - spiegano i residenti della zona - e per mettere in sicurezza l'area sono stati installati da circa un mese questi blocchi di cemento, che non permettono a nessuno di attraversare da quel lato il marciapiede". Rendendo di fatto inagibile anche la fermata dell'autobus di via Hahnemann sia per pedoni, sia per i disabili, che sono costretti quindi ad aspettare i mezzi praticamente in mezzo alla strada. A bloccare i lavori sarebbe stato un problema con la ditta che doveva seguire i lavori, per cui si è reso necessario bandire nuovamente la gara d'appalto.

Il Comune: "Autorizzazione in corso"

Interpellati sulla questione, da Palazzo di Città fanno sapere che l'intervento è in attesa di ricevere regolare autorizzazione dagli uffici della Ripartizione Lavori pubblici. "Sembra che sia stato effettuato uno scavo che poteva rappresentare un pericolo - spiega il dirigente tecnico del settore Mobilità, Claudio Laricchia -, perciò il direttore dei lavori ha ritenuto opportuno installare i blocchi di cemento per mettere in sicurezza l'area. In questi casi di emergenza si invia esclusivamente una comunicazione alla Ripartizione". 

Niente di irregolare, quindi, solo un provvedimento per garantire la sicurezza per i passanti. Che ora però si ritrovano a dover attraversare via Hahnemann esclusivamente da un lato, almeno finché il cantiere non sarà risistemato e i blocchi di cemento rimossi. "Sembra però - conclude Laricchia - che lo scavo sarà messo in sicurezza prima che venga bandita una nuova gara d'appalto. Quindi non bisognerà attendere il completamento del cantiere per vedere eliminata la recinzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento