Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Murat / Via Nicola de Giosa, 7

Marciapiedi nuovi in via De Giosa: strada ridotta e vecchi allagamenti

I lavori di allargamento dell'isola pedonale hanno ridotto la carreggiata e prodotto qualche incidente. Intanto alla prima pioggia si sono formate grandi pozzanghere. Paparella: "Abbiamo chiesto ai tecnici di controllare i canali di scolo, ma oggi su quella strada si può finalmente passeggiare"

Il rifacimento dei marciapiedi di via Nicola De Giosa sta per essere completato. Alla fine dei lavori (iniziati a metà giugno) manca davvero poco se si calcola che in giornata gli operai hanno lavorato sul secondo lato del tratto compreso tra via Cardassi e via Celentano. Nonostante questo non sono poche le segnalazioni inviate dai residenti.

A destare qualche perplessità tra gli automobilisti è l’allargamento dell’isola pedonale che restringe di molto la carreggiata che si sviluppa lungo via Cardassi e giunge fino corso Cavour. Forse perché non abituati, ma dopo pochi giorni dal rifacimento del marciapiede un camioncino calcolò male l’angolo di curva e rovinò contro il paletto che circoscrive lo scivolo per disabili. “Solo due giorni fa due auto sono finite sul marciapiede urtando la ruota posteriore contro il bordo della strada”, riferisce un commerciante della zona. Una situazione simile la si vive nell’isolato successivo, quello che da via De Giosa  porta verso via Imbriani.

Alla richiesta di segnalare in qualche modo l’allargamento del marciapiede ha risposto il presidente del I Municipio, Micaela Paparella, che sta seguendo i lavori: “Lo abbiamo fatto presente ai tecnici ma ci hanno risposto che il codice della strada non prevede una segnaletica adesiva, da inserire nel bordo del marciapiede, per indicare il lieve restringimento della carreggiata, dovremmo  studiare altre soluzioni ma credo che sia questione di abitudine. Abbiamo voluto allargare il marciapiede per fare di via De Giosa una strada del passeggio e dell’incontro”.

Ieri intanto è stata una giornata di pioggia. L’acqua che si è riversata per poche ore sulla città ha però prodotto i soliti allegamenti anche su via De Giosa. “Abbiamo segnalato agli operai l’inconveniente, anche  perché non vogliamo che su quella strada si riformino i corsi d’acqua di un tempo”, sottolinea Paparella.  Da qui la promessa che sarà operata una ricognizione sui canali di scolo, le cosiddette “bocche di lupo”, anche per comprendere se abbiano una capacità sufficiente di raccolta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marciapiedi nuovi in via De Giosa: strada ridotta e vecchi allagamenti

BariToday è in caricamento