menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La marijuana? La uso per meditare", scarcerato 30enne

Arrestato dalla polizia ferroviaria perché trovato con oltre 60 grammi di sostanza stupefacente, è stato poi processato per direttissima e rimesso in libertà: al giudice ha detto di essere un cultore del rastafarianesimo

La marijuana? La fumo per meditare. Così un 30enne di Toritto, tabaccaio, ha spiegato al giudice il suo possesso di circa 60 grammi di sostanza stupefacente, per cui era stato arrestato nei giorni scorsi.

Il 30enne era stato bloccato dalla polizia ferroviaria nei giorni scorsi, perché trovato in possesso di otto grammi di marijuana, mentre altre dosi sono state rinvenute all'interno della sua abitazione. Processato per direttissima, il 30enne è stato poi scarcerato anche sulla base delle spiegazioni date al giudice. L'uomo ha riferito di essere un seguace della religione rastafariana, che ha appunto, tra i suoi precetti, l'uso della marijuana per scopi medicinali ma anche meditativi. Il 30enne ha detto di avere in casa una stanza per la meditazione, dove ascoltare musica 'rasta' e fumare per meditare.

Il processo verrà discusso nel merito con rito abbreviato il 5 agosto prossimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento