Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Marò arrestati, l'avvocatura di Stato invia due legali in India

Collaboreranno con il sottosegretario agli Esteri Staffan De Mistura per preparare la difesa dei due militari. Domani nuova udienza davanti all'Alta Corte del Kerala sulla giurisdizione

Salvatore Girone e Massimiliano Latorre stanno bene e sono fiduciosi nel lavoro delle istituzioni. A ribardirlo, ancora una volta, è il Sottosegretario agli Esteri Staffan De Mistura, che in mattinata ha nuovamente incontrato i due marò pugliesi detenuti nel carcere indiano di Trivandum con l'accusa di aver ucciso due pescatori.

L'UDIENZA SULLA GIURISDIZIONE - La giornata di domani potrebbe essere decisiva per l'evoluzione della vicenda, e oggi il sottosegretario è stato raggiunto da due legali dell'Avvocatura di Stato che si occuperanno di preparare la strategia difensiva per i due marò. Domani, infatti, davanti alla Corte del Kerala si terrà una nuova udienza sulla questione della giurisdizione, alla quale l'Italia ha fatto appello sin dall'inizio della vicenda sostenendo che l'incidente era avvenuto in acque internazionali e che i due marò non dovessero quindi essere giudicati in India, ma in Italia.

L'INTERVENTO DI MONTI - Una posizione ribadita ieri anche dal primo ministro Mario Monti, nel corso di un colloquio telefonico con il premier indiano Manmohan Singh. Singh, è detto in una nota di palazzo Chigi, "ha condiviso le preoccupazioni del presidente Monti volte ad evitare che si creino tensioni tra India ed Italia" e si è detto disposto ad impegnarsi per il trasferimento di Latorre e Girone in una struttura più adeguata al loro status di rifugiati.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò arrestati, l'avvocatura di Stato invia due legali in India

BariToday è in caricamento