Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Marò, De Mistura: "Non rischiano la pena di morte, ma i tempi del processo saranno lunghi"

Il diplomaitico, inviato speciale del governo italiano per il caso marò, esclude il rischio di una condanna alla pena capitale, come riportato ieri da un giornale locale. Ma "risolvere la questione entro Natale non sarà possibile"

Il governo indiano mi ha detto "di non dare "peso alle illazioni" della sua stampa, "che è molto 'creativa', per usare un eufemismo. E' drammatizzante". E' quanto sottolinea, dai microfoni di Radio1, l'inviato speciale del governo italiano per il caso marò, Staffan De Mistura, ribadendo che i due fucilieri "non rischiano in alcun caso la pena di morte".

"Già in passato, quando si sollevò la questione di interrogare in India gli altri 4 fucilieri di Marina - ha aggiunto - la stampa indiana escluse che ciò potesse svolgersi lontano dal loro Paese. Ebbene, l'audizione avvenne poi in Italia attraverso videoconferenza". Del resto, prosegue De Mistura, ad escludere l'ipotesi di un'eventuale pericolo di pena capitale, "c'è una dichiarazione del governo indiano di ieri". E, "c'è una dichiarazione scritta allorché tornarono in India per mantenere la parola sull'accordo di rientro da parte nostra. Insomma, il caso non si pone", ribadisce l'inviato speciale.

"Risolvere la questione entro Natale, che era la nostra speranza, non sarà possibile" ma "da parte nostra non ci sono dubbi: vogliamo, e siamo convinti che sia giusto che il caso si concluda con i due fucilieri che tornano a casa a testa alta", ha detto ancora De Mistura. "Aspettiamo il rapporto della Nia, che è un pò la Digos indiana", ha spiegato De Mistura sottolineando che "appena arrivato questo rapporto, credo entro il 15 dicembre" il giudice potrà emettere il capo d'accusa che "sarà un passaggio importante, perché ci dirà in che direzione si vuole mandare il processo". "Abbiamo argomenti su argomenti: siamo pronti ad affrontare qualunque circostanza, ma sarà un momento cruciale" ha proseguito ricordando che dopo "ci sarà il processo che può durare 3 mesi. Dopo aver passato 22 - forse 24 mesi - in India per un incidente avvenuto in acque internazionali mentre facevano il loro dovere. Anche se l'incidente è stato involontario, è capitato nel compimento del dovere da parte di Girone e Latorre, e in questi casi l'incidente può succedere. Ma tutto questo va provato", ha concluso l'inviato del governo italiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò, De Mistura: "Non rischiano la pena di morte, ma i tempi del processo saranno lunghi"

BariToday è in caricamento