Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Marò, Girone: "Ubbidito a un ordine e dopo due anni siamo ancora qui"

Il fuciliere di marina, con toni decisi, interviene in videoconferenza da Delhi, assieme a Massimiliano Latorre: "

"Abbiamo ubbidito a un ordine, abbiamo mantenuto una parola, quella che ci era stata chiesta, e oggi siamo ancora qui". E' deciso nei toni il fuciliere Salvatore Girone mentre interviene in videoconferenza da Delhi per la festa del 2 Giugno, assieme a Massimiliano Latorre e all'ambasciatore in India Daniele Mancini.

"Vorremmo che venisse riconosciuta prima di tutto la nostra innocenza" ha proseguito il marò, da due anni costretto, assieme al collega, a restare nel paese indiano in attesa della risoluzione giudiziaria della vicenda riguardante la morte di un pescatore, ucciso durante un assalto alla nave dove i due erano imbarcati: "Vorremmo - afferma con forza Girone - che i nostri due Paesi dialogassero per la pace, perchè il muro contro muro porta solo alla distruzione", ha proseguito". 

"Quello che noi possiamo fare è comportarci da militari e italiani: soffrire con dignità nell'attesa che questa storia abbia termine", ha infine aggiunto l'altro fuciliere, Massimiliano Latorre.

   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò, Girone: "Ubbidito a un ordine e dopo due anni siamo ancora qui"

BariToday è in caricamento