Sulle mascherine protettive le foto dell'organismo umano a livello cellulare: l'idea parla barese

Sono quattro i modelli realizzati da Giovanna Gelardi, ideatrice di 'Fashion Science': abiti di moda con cui prendono vita i vetrini studiati dal padre, il medico Matteo Gelardi

A prima vista potrebbero sembrare immagini scattate con il telescopio o di fantasia. Per riconoscerle, invece, bisogna cambiare il punto di vista e guardarci al microscopio. I tessuti realizzati dalla barese Giovanna Gelardi sono infatti fotografie di microformazioni cellulari dell'organismo umano viste al microscopio, sorprendentemente colorate e fantasiose. Che ora vanno abbellire le mascherine protettive contro il Covid-19. "Abbiamo anche cucito una taschina per poter inserire il filtro - spiega Giovanna - che dopo aver postato sui social i primi esemplari di mascherina è stata inondata di richieste da parte di curiosi.

"Si trattava di un esperimento - aggiunge - quindi ora la sto regalando a parenti e amici che ne hanno vera necessità, visto che le produciamo noi stessi". L'ipotesi - vista anche l'onda lunga del contagio che potrebbe cambiare le nostre abitudini estive - è che, una volta riaperte le aziende, il prodotto possa essere commercializzato. D'altronde Giovanna non è nuova a iniziative del genere.

Fashion Science

L'idea di portare la scienza medica nel mondo della moda nasce nel 2014, anche grazie all'influsso del padre Matteo, noto otorinolaringoiatra e citologo nasale che già nel 2010 aveva pensato a una mostra fotografica sui meccanismi fisiopatologici delle vie respiratorie. E così polline, rinite catarrale, persino la micosi mostrano al microscopio tutta la loro bellezza grafica e diventano protagonisti della sfilata spettacolo 'Fashion Science', ospitata anche al Teatro Petruzzelli, oltre che in diversi appuntamenti all'Estero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ne nasce una vera linea tessile, che spazia dai teli da mare alle cuffiette chirurgiche da usare in campo sanitario. Che ora si arricchisce anche delle mascherine protettive, sempre con un'esplosione di colori e grafie che tutti i giorni ci sono davanti, ma non riusciamo a vedere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Moto si schianta in Tangenziale, donna incinta tra i feriti: trasportata in codice rosso, è grave

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Cos'è il ''Bonus tiroide'' e come richiederlo

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento