Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Politecnico, ipotesi sedute di laurea con maxischermo per evitare assembramenti. Gli studenti: "Riapriamo le aule studio"

La proposta per la sessione di luglio è stata accolta favorevolmente dal rettore durante la seduta odierna del Senato Accademico. Link: "Domani presenteremo richiesta di apertura delle aule studio anche in Senato Accademico Uniba"

Sessioni di laurea in presenza al Politecnico? Una soluzione realizzabile ora che l'epidemia da Covid in Puglia sembra in miglioramento (l'ultimo bollettino non vede contagi né decessi), anche grazie alla tecnologia. Se ne è discusso in mattinata durante la riunione del Senato Accademico, incentrata anche su altre tematiche relative al ritorno alla normalità dopo la teledidattica.

Commissione e laureandi dentro, parenti e amici fuori

L'obiettivo è, come sempre, evitare gli assembramenti. La proposta arrivata sul tavolo del Senato, che sembra convincere sia studenti che corpo docente, prevede l'utilizzo di maxischermi per proiettare al di fuori dell'aula magna del Campus, dove si terrebbero le sedute, le discussioni dei candidati. Di base, quindi, all'interno dell'aula rimarebbero solo laureandi e componenti della Commissione d'esame. Il maxi schermo, destinato principalmente a parenti e amici dei candidati, sarebbe installato nell'atrio esterno del campus; uno spazio aperto che garantirebbe il distanziamento sociale. "È una proposta che ci vede favorevoli - spiega Savino Ingannamorte, presidente dell'associazione studentesca Link Bari - perché restituisce un segnale positivo all'esterno, ma ora bisogna avere risposte concrete anche sulla ripartenza in presenza della didattica a partire da settembre". Su quest'ultimo nodo le problematiche sono maggiori, legate principalmente ai protocolli anti contagio da seguire e la necessità di maggiori spazi per rispettare il distanziamento se si decidesse per l'abbandono della didattica a distanza.

Riaperture di aule studio e biblioteche

Tra i temi toccati durante la seduta odierna, c'è poi quello delle aule studio. Già da tempo gli studenti chiedono di riaprire gli spazi universitari per permettere la preparazione in vista della sessione d'esami estiva, già iniziata. Soluzione peraltro prevista dall'ultimo decreto governativo. Anche qui le richieste degli studenti sembrano trovare campo fertile da parte del Politecnico, che ha accolto la proposta di riapertura già a luglio. "Il rettore ci ha spiegato che il tema è al centro di un gruppo di lavoro - proseguono da Link - guidato dal direttore generale". In particolare sono due le strutture che andrebbero a riaprire, entrambe ubicate al Campus universitario di via Orabona: la biblioteca di Ingegneria e quella di Architettura. Tutte proposte che andranno discusse e confermate anche nel Consiglio d'Amministrazione, che dovrebbe tornare a riunirsi la prossima settimana.

Un'azione che non si fermerà solo ai limiti del Campus: "Domani presenteremo richiesta di apertura delle aule studio anche in Senato Accademico Uniba - conclude Alessandro Digregorio, senatore di Link Bari - chiedendo un'azione coordinata tra Università, Politecnico e Comune di Bari per immaginare e realizzare aree aperte nelle zone universitarie e garantire la possibilità agli studenti di preparare gli esami e confrontarsi in una città realmente universitaria".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politecnico, ipotesi sedute di laurea con maxischermo per evitare assembramenti. Gli studenti: "Riapriamo le aule studio"

BariToday è in caricamento