Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Biodiversità e tutela dell'ambiente, al via la settima edizione di Mediterre

Dal 31 gennnaio al 4 febbraio Bari capitale della cultura ambientale euromediterranea con la VII edizione di Mediterre, l'evento internazionale dedicato ai temi della green economy e della tutela dell'ambiente

Tutela dell'ambiente, difesa del mare, sostenibilità ambientale, risorse della green economy: saranno questi i temi al centro della settima edizione di Mediterre, in programma dal 31 gennaio al 4 febbraio nel nuovo padiglione della Fiera del Levante. Cinque giorni di convegni, incontri e workshop che faranno della città di Bari la capitale della cultura ambientale euro-mediterranea.

All'evento infatti prenderanno parte circa 27 paesi, tra Lituania, Malta, Monaco, Polonia, Grecia, Israele e Marocco. "Bari - ha detto Vendola presentando oggi l'edizione 2012 di Mediterre - diventa uno dei punti in cui la classe dirigente, la società civile, il mondo della cultura e le giovani generazioni si confrontano per discutere sull'ambiente in cui viviamo e quello in cui vorremmo vivere". "Europa e Mediterraneo - ha spiegato - s'incontrano, scambiano le buone pratiche, fanno massa critica per difendere i luoghi pregiati della natura, sempre a rischio di speculazione ed abuso; soggetti ad un processo di mercificazione incoraggiato culturalmente in questi anni da chi pensava che bisognasse privatizzare tutto".

Ma ancora prima dell'avvio della settima edizione di Mediterre, Bari ospiterà anche un altro evento importante legato al tema dell'ambiente. Il 29 e 30 gennaio l’ex Palazzo delle Poste ospiterà la terza sessione plenaria dell’Arlem, l’Assemblea euromediterranea degli enti locali e regionali. Temi al centro dell'incontro saranno quelli delle energie rinnovabili, del patrimonio culturale e del ruolo delle piccole e medie imprese nello sviluppo delle economie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biodiversità e tutela dell'ambiente, al via la settima edizione di Mediterre

BariToday è in caricamento