Mense scolastiche, 'morose' 600 famiglie. Il Comune: "Inviate lettere di riscossione"

L'importo complessivo delle rette non pagate è di circa 250mila euro. Centocinquanta situazioni sono state regolarizzate. Romano: "tra qualche giorno sarà possibile iscriversi al servizio per il nuovo anno"

Il Comune di Bari ha inviato circa 600 lettere di riscossione ad altrettante famiglie per il mancato pagamento del servizio di refezione scolastica, per un importo complessivo di 250mila euro. Il 'furbetti' sono stati rintracciati attraverso un progetto obiettivo della ripartizione Politiche educative, giovanili e del lavoro per il recupero delle morosità. Sessantasei situazioni sono sfociate in ingiunzioni di pagamento, mentre 150 destinatari dei solleciti hanno estinto il proprio debito, per un totale di 62 mila euro. Per le restanti somme bisognerà attendere che decorrano i termini per la chiusura dell’istruttoria.

“Accanto al miglioramento dei servizi scolastici - commenta l’assessore comunale alle Politiche educative, giovanili e del lavoro Paola Romano - con gli uffici stiamo portando avanti un’attività importante di recupero della morosità perché, ad eccezione delle famiglie con un reddito ISEE inferiore ai 6 mila euro, per le quali abbiamo previsto l’esenzione, tutte le altre dovranno pagare, ciascuna secondo le proprie possibilità, perché altrimenti danneggiano l’intera comunità. Il lavoro svolto in questi pochi mesi dal personale del mio assessorato, che ringrazio per l’impegno e la dedizione, ci ha consentito di effettuare un’analisi accurata delle situazioni di mancato pagamento. Una preziosa attività di recupero delle risorse dovute, che saranno reimpiegate in servizi per bambini, ma anche un modo per tutelare tutti quei cittadini, per la verità la maggior parte, che contribuiscono al funzionamento dei servizi pubblici. Inoltre, proprio per monitorare al meglio l’andamento delle iscrizioni e dei pagamenti, tra qualche giorno sarà possibile iscriversi online al servizio di refezione scolastica per l’anno scolastico 2017/2018 o, in alternativa, ottenere un supporto presso i punti informativi che saranno attivi nelle scuole dai primi giorni di settembre”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, in Puglia obbligo di quarantena per chi rientra da Malta, Grecia e Spagna

  • Coronavirus, salgono i nuovi contagi in Puglia: oggi sono 26, undici in provincia di Bari

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Venti nuovi casi di covid in Puglia, nove nel Barese: "Cittadini rientrati da Grecia, Malta e Lombardia"

  • Lotta al coronavirus, in Puglia torna obbligo mascherine in luoghi aperti affollati e discoteche

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento