Cronaca

Mercati comunali aperti anche di pomeriggio: "Sperimentazione fino a giugno"

Accordo tra Comune, operatori, Amiu e sindacati per estendere l'attività fino alle 19. L'assessore Palone: "In cambio, impegno su decoro e differenziata". Sui mercatini di Natale: "Solo prodotti tipici e artigianali. Vigileremo attentamente"

Mercati cittadini aperti anche di pomeriggio? Si può fare. Dal Comune c'è il via libera per l'allungamento degli orari di attività fino alle 19, grazie all'intesa tra l'assessorato al Commercio, Amiu e sindacati: bancarelle attive di pomeriggio, per la gioia dei tanti baresi impossibilitati a visitarle di mattina causa lavoro e impegni. Per i gestori degli spazi un'opportunità in più di incrementare le proprie entrate, senza oneri aggiuntivi.

L'accordo, oltre all'avvio già in questo mese, prevederà una sperimentazione fino a giugno 2015. Nessun aumento della quota d'affitto (già elevata) ma l'impegno ad effettuare la raccolta differenziata con l'Amiu che sposterà il turno di pulizia alle 20: "Sono cambiati gli stili di vita delle persone - afferma l'assessore al Commercio, Carla Palone - e quindi anche l'approccio alla vendita. Da parte del Comune c'è la massima disponibilità al confronto con gli operatori a cui chiediamo un impegno sul fronte del decoro e della raccolta dei rifiuti". L'intesa riguarderà quasi tutti i mercati, con eccezione di via Nizza e via Pitagora, per motivi di viabilità e vivibiità dei quartieri San Pasquale e Japigia. 

La mini-rivoluzione del quotidiano, fa il paio con l'apertura dei mercatini di Natale, attivi in 4 punti strategici della città, ovvero via Venezia, la rinnovata piazza Massari, piazza Cesare Battisti e via Crisanzio, ad arricchire le iniziative del Natale barese già programmate e spalmate tra i municipi cittadini. Nelle casette e nei gazebo bando a pentole e biancheria rosso-feste, solo prodotti tipici e artigianato: "Vigileremo attentamente proprio su questo aspetto - avverte Palone - e ci sarà tolleranza zero se verranno esposte in vendita tipologie merceologiche non conformi. Dobbiamo tutelare anche lo shopping nei negozi e mi aspetto la massima collaborazione da parte di tutti. Sono convinta che avremo un ottimo riscontro, anche da parte dei cittadini dell'Area Metropolitana. Ho potuto constatare - ha aggiunto l'assessore - che i commercianti, quest'anno, hanno fatto rete, ad esempio scegliendo insieme le luminarie che addobbano numerose strade dei quartieri, e ciò è positivo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercati comunali aperti anche di pomeriggio: "Sperimentazione fino a giugno"

BariToday è in caricamento