Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

La magia del Natale abbraccia il centro cittadino: dai mercatini al grande albero "nel segno di San Nicola"

Presentato il ricco cartellone di appuntamenti per le Feste: 'calcio d'inizio' in piazza del Ferrarese con la grande accensione dell'Abete nel giorno del Santo patrono di Bari

Dall'accensione del grande albero ai mercatini della Muraglia, fino al villaggio di Santa Claus in piazza Umberto: il Comune di Bari ha presentato il ricco menu di appuntamenti per 'Natale a Bari è con San Nicola', il programma di eventi per coinvolgere grandi e piccini durante le festività di fine anno. Il cartellone, realizzato in collaborazione con Kiasso, società vincitrice del bando messo a disposizione dal Comune, è incentrato proprio sulla figura del patrono barese: un percorso magico che coinvolgerà tutto il centro cittadino e la città vecchia. Il programma organizzato dall'amministrazione cittadina vede anche la partnership di aziende private, associazioni di categoria e commercianti. Le iniziative sono state illustrate questa mattina a Palazzo di Città. L'avvio ufficiale è previsto per il pomeriggio di domani 6 dicembre, con la grande accensione dell'albero di piazza del Ferrarese.

Natale a Bari: tutti gli apuntamenti in programma

“Per promuovere la nostra città siamo convinti di doverla conoscere bene, conoscerne la storia, le tradizioni e il valore che queste possono rappresentare per noi – ha esordito il sindaco Antonio Decaro -. Per questo in questi anni ci stiamo dedicando allo studio della figura di San Nicola, patrimonio della nostra comunità, per valorizzarne tutti gli aspetti, tra il sacro e il profano, il mito e la storia. Di qui l’idea di legare la figura di San Nicola alla Figura di Santa Claus, nome anglofono del Santo di Myra che per tanti popoli è il santo protettore dei bambini e portatore di doni. Tanto che in alcuni Paesi e anche in Comuni del nostro territorio, la giornata dello scambio dei doni è proprio il 6 dicembre, giorno in cui si festeggia San Nicola. Anche per questo il 6 dicembre per Bari è una giornata speciale, un momento in cui la nostra comunità si riconosce in un rito che ormai è parte delle nostre tradizioni. Dalle prime luci dell’alba migliaia di fedeli partecipano alla celebrazione religiosa nella Basilica per poi attraversare i vicoli della città vecchia sorseggiando la tradizionale cioccolata calda. Ma le tradizioni sono fatte per essere arricchite e per questo, da tre anni, lo stesso giorno abbiamo scelto di illuminare il grande albero di natale di piazza del Ferrarese offrendo a tutti i bambini uno spettacolo magico. In questa giornata, infatti, sarebbe bello se i bambini che frequentano le scuole baresi potessero festeggiare insieme alla città non andando a scuola e recuperano quella giornata all’inizio o alla fine dell’anno scolastico. Perché anche in questo modo si crea una comunità. Quest’anno per la prima volta, in accordo con la Basilica, celebreremo insieme la serata del 6 dicembre quando con l’illuminazione dell’albero festeggeremo San Nicola e l’inizio delle Natale”.

Sul lungomare una grande ruota panoramica

“Anche quest’anno - ha dichiarato  l'assessore cittadino al Welfare, Francesca Bottalico - l’assessorato al Welfare propone un Natale a dimensione di bambine e bambini, costruito con le famiglie e i cittadini. Un Natale speciale immaginato dal basso, a partire dai bisogni e dai desideri dei ragazzi, e sviluppato grazie al supporto di artisti, animatori, attori, educatori e all’ospitalità di grandi spazi come il Teatroteam e il multisala Ciaky, che accoglieranno centinaia di bambini in occasione di due eventi. Con il coordinamento del consorzio Elpendù abbiamo costruito un ricco programma di laboratori, momenti di aggregazione e di lettura, performance e feste che animeranno la Casa del Welfare in piazza Mercantile e gli spazi educativi diffusi in tutti i quartieri della città, in particolare quelli periferici, ispirandoci ai principi di solidarietà, accoglienza e inclusione sociale. Ci sono novità importanti per l’edizione 2017: le aperture straordinarie di domenica e nei giorni di festa, una casetta riservata alle informazioni di tipo sociale realizzata in rete con le associazioni e due momenti (il 17 mattina e il 20 dicembre nel pomeriggio) dedicati al dono, duranti i quali saranno raccolti pannolini, omogeneizzati, biscotti per la prima infanzia e tutto ciò che possa servire alla crescita dei più piccoli, che saranno distribuiti attraverso il lavoro della Casa delle Bambine e dei Bambini. Non mancheranno iniziative solidali rivolte alle persone senza dimora, ai bambini ricoverati in ospedale, ai minori detenuti nell’istituto Fornelli e gli anziani soli. Il nostro obiettivo è superare le 1.000 presenze dello scorso anno”.

“Quest'anno per la prima volta abbiamo riservato alcune casette del mercatino natalizio alle associazioni cittadine - ha proseguito l'assessore comunale al Commercio, Carla Palone - e così accadrà ad esempio che l'Agebeo avrà uno spazio informativo e di raccolta fondi proprio nei pressi della Casa del Welfare. Il mercatino natalizio, per il quale avevamo previsto 20 casette, ha registrato talmente tante domande di partecipazione che con tutta probabilità alla fine avremo oltre 40 casette. Ringrazio la dottoressa Lupelli per averci dato la possibilità di ampliare la fornitura inizialmente prevista per ospitare tutti gli operatori che vorranno animare il mercatino lungo via Venezia e piazza Mercantile. Rinnovo il ringraziamento alle associazioni di categoria - Confcommercio, Confartigianato, Confesercenti, CNA, Coldiretti - che quest'anno hanno lavorato ancora più intensamente per promuovere attività e iniziative collaterali a quelle del nostro bando, dando un segnale molto forte a tutta la città. Grazie a Coldiretti piazza Massari avrà il suo albero di Natale, mentre il mercatino in corso Vittorio Emanuele, apprezzatissimo già lo scorso anno, ospiterà per la prima volta anche laboratori didattici per conoscere i nostri prodotti di eccellenza il 7, 12, 16 e 20 dicembre. Confcommercio, oltre ad aver coordinato insieme all'amministrazione comunale i rapporti con i commercianti di tutta la città con riferimento alle luminarie e alle attività natalizie, ha coordinato tutti i passaggi necessari per l'allestimento della grande ruota panoramica che tanto sta facendo parlare di sé e che sarà inaugurata domani. Ringrazio anche i commercianti che autonomamente hanno voluto organizzarsi per abbellire le strade in ogni quartiere della città, come è accaduto in corso Mazzini, dove tutti i commercianti hanno allestito un tappeto di luci a cielo”.

“L'idea di Amgas per  questo Natale - ha spiegato il presidente della Municipalizzata, Vanni Marzulli - è quella di far sentire i cittadini baresi a casa loro: di qui il progetto innovativo che ha previsto l'allestimento di un piccolo bosco luminoso in piazza del Ferrarese composto da sei raggi solari che avranno al loro interno delle prese USB a disposizione dei cittadini per la ricarica dei dispositivi portatili, e da un grande sole con il palco circolare e il grande albero che il sindaco illuminerà domani sera con 120mila led a luce calda. Per l'occasione domani il sindaco sarà accompagnato dalla campionessa paralimpica Nicole Orlando, perché il tema che abbiamo scelto per questo Natale 2017 è l'energia, e Nicole ne emana tantissima. All'interno del mese dedicato al Natale ci sarà spazio anche per una teca brandizzata Amgas che proporrà non solo attività promozionali ma anche laboratori per i più piccoli tutti i venerdì pomeriggio, fino al 6 gennaio. In questo tempo avvieremo anche un progetto che proseguirà nei prossimi mesi per concludersi a maggio 2018: un fumetto dedicato ancora ai bambini per metterli in guardia dai rischi domestici legati al gas e all'energia. Domani sera, intorno alle 20,30, l'illuminazione dell'albero sarà accompagnata da uno spettacolo di luci e dalle voci di un coro gospel. Il 17 mattina alle 11 potremo assistere a un concerto per pianoforte in piazza del Ferrarese, il 23 alle 21 ci ritroveremo ancora in piazza del Ferrarese per divertirci con gli Adika Pongo mentre il 6 gennaio un gruppo di speleologi si arrampicherà sulla facciata di un edificio del centro per salutare la Befana”. “Abbiamo deciso da quattro anni di imprimere al Natale barese la forza Nicolaiana - afferma infine l’assessore comunale alle Culture Silvio Maselli, il quale non è potuto intervenire all’incontro con la stampa - perché al calore del periodo, fatto di regali, ritorni a casa, rafforzamento dei valori familiari e solidali, vogliamo aggiungere il posizionamento strategico della città tutta. Una comunità si unisce e rafforza se crede, tutta insieme, negli stessi obiettivi. E allora nasce "Natale è a Bari con San Nicola", un insieme ricco di attività culturali, di luoghi aggregativi, di intrattenimento per bambini e famiglie. È nato con questo spirito e sta crescendo insieme alle ambizioni, anche turistiche, della città che amiamo”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La magia del Natale abbraccia il centro cittadino: dai mercatini al grande albero "nel segno di San Nicola"

BariToday è in caricamento