Cronaca Japigia / Via Caldarola

Rogo al mercato di Japigia, il Comune: "Venti giorni per tornare alla normalità"

La conta dei danni dopo le fiamme, provocate da un cortocircuito, che hanno distrutto un box che ospita un fruttivendolo. Intonaci anneriti in una zona del mercato interessata, pochi mesi fa, da lavori di manutenzione

Dopo le fiamme, la conta dei danni. L'incendio di sabato pomeriggio nel mercato coperto di Japigia, causato con grande probabilità da un corto circuito, ha provocato la distruzione di un box utilizzato da un fruttivendolo, ma anche qualche piccolo danno alle bancarelle vicine.

Muri anneriti e un'area della struttura inagibile, ma per fortuna, l'attività commerciale è ripresa più o meno regolarmente: "Stiamo lavorando - spiega l'assessore al Commercio Carla Palone - per ripristrinare tutto quanto il prima possibile. Un box è inagibile: l'attività commerciale potrà riprendere già dopo Ferragosto in un'altra ala del mercato, inutilizzata, in cui trasferiremo anche la pescheria attigua alla bancarella danneggiata. In venti giorni - auspica Palone - dovremmo ritornare alla normalità".

L'edificio, che può ospitare 40 box, molti dei quali chiusi, non ha subito danni ingenti, ma la porzione di corridoio interessata dalle fiamme è annerita. In quella stessa area, pochi mesi fa, sono stati effettuati lavori di manutenzione elettrica e idrica.

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo al mercato di Japigia, il Comune: "Venti giorni per tornare alla normalità"

BariToday è in caricamento