menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La parrocchia di Santa Cecilia nel quartiere Libertà

La parrocchia di Santa Cecilia nel quartiere Libertà

Messa dell'Immacolata al Libertà per i poliziotti di Coisp e Consap: "Segno di vicinanza ai cittadini"

Nel giorno della visita a Bari del ministro Minniti, i rappresentanti dei due sindacati di polizia hanno deciso di recarsi nella parrocchia di Santa Cecilia per seguire la funzione religiosa come gesto per richiamare l'attenzione sui problemi del quartiere

Prima la Messa nella chiesa di Santa Cecilia, poi la visita alla parrocchia di San Carlo Borromeo. "Un modo per dare un segnale di vicinanza ai cittadini, per accendere un riflettore sulla situazione del quartiere, sebbene non sia l'unico della città ad avere problemi". Così Eustacchio Calabrese, segretario provinciale del Coisp, commenta l'iniziativa che ieri ha coinvolto i rappresentanti dei sindacati di polizia Coisp e Consap, che hanno deciso di partecipare alla funzione religiosa dell'Immacolata nel rione Libertà.

Una scelta non casuale, quella delle due parrocchie: la prima, finita di recente al centro delle cronache per la decisione del parroco di anticipare al pomeriggio la Messa della vigilia di Natale, visti i timori per la sicurezza espressi da molti cittadini; la seconda colpita, alcuni giorni fa, da un atto vandalico.

"A fronte di tante parole, di iniziative annunciate solo a voce, in occasione della presenza a Bari del ministro e del capo della polizia, noi del Coisp e del Consap abbiamo voluto dare un segnale, invitando tutti i cittadini e gli stessi rappresentanti di polizia e istituzioni a prendere parte alla funzione religiosa, e rifiutando di partecipare, sebbene invitati, al concerto organizzato al Petruzzelli". Ieri infatti, il ministro dell'Interno Minniti era a Bari per la riunione del Comitato metropolitano, mentre in serata ha partecipato al concerto della banda musicale della polizia di Stato, al teatro Petruzzelli. "Decidere di fare l'incontro con Minniti al San Paolo, in periferia, è un buon inizio - commenta Calabrese - ma servono soluzioni concrete ai problemi. Ora si parla del piano straordinario per la sicurezza, ma come funzionerà concretamente? Non è spostando risorse da una parte all'altra che si risolvono i problemi, se il personale resta lo stesso".

Accanto ai rappresentanti del Coisp e del Consap, anche il comitato cittadino 'Scipione Crisanzio Redentore'. "Una bellissima iniziativa, svolta con umiltà e semplicità, che ha unito cittadini e polizia, quella stessa polizia che ogni giorno ci difende pur tra mille difficoltà", commenta Letizia Liberatore, rappresentante del comitato. "Quello che invece ha ferito i cittadini è che non sia stata data la giusta attenzione da parte delle istituzioni, magari sarebbe bastato passare, anche per un saluto. Veramente abbiamo sentito l'abbandono da parte del questore e dei rappresentanti della sicurezza, un distacco totale dalla realtà. Per fortuna ci sono uomini di grande sensibilità nelle forze di polizia come i presenti ieri sera che hanno attutito questo divario".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento