In autunno il nuovo Centro Permanenza e Rimpatrio migranti a Palese: "Bari prima in Italia"

La struttura sorgerà sull'attuale Centro di Identificazione ed Espulsione, ristrutturato e adeguato alle nuove normative: avrà complessivamente 126 posti

Il primo Cpr, Centro di Permanenza per il Rimpatrio dei migranti, sarà attivato nei prossimi mesi, probabilmente in autunno, a Bari-Palese. La struttura sostituirà l'attuale Cie (centri di identificazione ed espulsione). Il capoluogo pugliese è tra le 10 località scelte dal Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione, per le quali serve l'ok da parte delle Regioni. Il Cpr di Palese potrà avere 126 posti: i lavori di ristrutturazione sono terminati e sarà emanato, a breve, il bando per la gestione. Complessivamente, in tutta Italia, le strutture avranno una capienza complessiva di 1600 posti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento