rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Nave 'Humanity 1' con a bordo 261 migranti: arrivo a Bari atteso per la mattinata di domenica

Riunione operativa in Prefettura nel capoluogo pugliese. Non si segnalano criticità particolari a bordo, dove vi sarebbero anche circa 90 bimbi

É atteso per le 9 di domattina nel porto di Bari l'arrivo della nave 'Humanity 1', con a bordo 261 migranti soccorsi in mare nei giorni scorsi. Lo riporta l'Ansa . Al momento l'imbarcazione, che viaggia a una velocità di dieci nodi, è a 35 miglia da Leuca (Lecce)

A quanto si apprende, non sono state segnalate criticità sanitarie a bordo e le condizioni di salute dei migranti sarebbero buone. Secondo le prime informazioni, sulla nave ci sarebbero 90 minori non accompagnati di cui una ventina sarebbero bambini. Non ci sono conferme sulla presenza di donne incinte. Dopo essere sbarcati, i migranti saranno sottoposti alle procedure di controllo sanitario e identificazione. Gran parte delle persone partirà per altri centri di accoglienza in altre regioni mentre i minori non accompagnati resteranno in Puglia e un altro gruppo di migranti sarà ospitato nel Centro accoglienza e richiedenti asilo (Cara) di Bari-Palese. La macchina dell'accoglienza, di cui fanno parte anche la Croce rossa e il personale sanitario del 118, oltre che le forze dell'ordine, è pronta a intervenire dopo un tavolo tecnico che si è tenuto in Prefettura a Bari.

Il piano sanitario dell'Asl Bari prevede tre diversi livelli. Il primo, più generale, riguarda la messa in allerta dei Presidi Ospedalieri affinché siano pronti ad accogliere i soggetti fragili o che dovessero necessitare di ricovero; il secondo prevede più specificamente l’intervento di due ambulanze del Servizio Emergenza Territoriale 118, di cui una medicalizzata per il controllo a terra, mirato all'accertamento di altre patologie o di eventuali ferite e lesioni oppure di altre situazioni che rendano necessarie cure mediche anche di primo soccorso. Il terzo livello comporta l’allerta del Dipartimento di Prevenzione che, in collaborazione con gli Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera (USMAF) e CRI, provvederà ad effettuare i tamponi antigenici rapidi (con POCT) per l’identificazione precoce di casi positivi COVID-19.

Analogamente, il Policlinico di Bari ha predisposto l’intervento, oltre alla centrale operativa del 118, di personale medico dedicato ad eventuali emergenze pediatriche. La Protezione Civile, infine, garantirà supporto tecnico e logistico fornendo dispositivi di protezione individuale, guanti, tute e maschere oltre che acqua e beni di prima necessità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nave 'Humanity 1' con a bordo 261 migranti: arrivo a Bari atteso per la mattinata di domenica

BariToday è in caricamento