Nave con 644 migranti in arrivo al porto, il Comune avvia la macchina della solidarietà

Istituito nell'androne di Palazzo di città un punto di raccolta per capi d'abbigliamento, prodotti per l'igiene personale e alimenti a lunga conservazione

L'ultimo sbarco di migranti al Porto, avvenuto a maggio

La città si prepara all'arrivo di 644 migranti, che domani sbarcheranno al porto di Bari da una nave militare britannica. Il Comune, in accordo con Prefettura e Questura, sta avviando la macchina dell'accoglienza e della solidarietà, visto che sull'imbarcazione ci saranno anche quattro donne in stato di gravidanza.

Per questo motivo è stato creato un centro di raccolta di beni di prima necessità nell'androne di Palazzo di Città, che sarà attivo domani e domenica 16 luglio. Servono capi d'abbigliamento (t-shirt, indumenti intimi maschili e femminili, abiti e scarpe estivi, ciabatte e cappellini, ma non abiti invernali), prodotti per l'igiene personale (carta igienica, assorbenti, pannolini per bambini, ecc), oltre ad alimenti alimenti confezionati e a lunga conservazione (biscotti, omogeneizzati, scatolame, succhi di frutta, olio, ecc.). A maggio, quando al porto sbarcarono oltre 200 persone, i cittadini risposero alla chiamata del Comune in maniera tempestiva, inondando Palazzo di città di beni ddi tutti i tipi. Generosità che sperano si ripeta anche in questa occasione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il P.I.S. - Pronto intervento sociale è stato allertato per prestare una prima assistenza specialistica ai soggetti in condizioni fragilità, come minori e donne incinte. Il Servizio sociale - Area immigrazione, invece, collaborerà per effettuare le valutazioni sociali e concorderà con il magistrato del Tribunale dei minori i provvedimenti più opportuni per i minori non accompagnati eventualmente presenti.
 
Inoltre, attraverso l’assessorato al Welfare, i mediatori culturali impiegati nella Casa delle culture si sono resi disponibili per supportare le operazioni di sbarco, in stretto contatto con la rete delle realtà pubblico-private e del volontariato laico e cattolico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Covid, Emiliano chiude tutte le scuole in Puglia: da venerdì 30 ottobre stop alla didattica in presenza

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • "Servono misure severe ovunque in Italia": anche Emiliano segue la 'via De Luca' e non esclude il lockdown

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento