Mazzo di mimose sulla panchina arancione dedicata alla vittima di femmicidio, il sindaco: "Gesto simbolico"

L'iniziativa dell'amministrazione comunale di Castellana Grotte (Bari). L'opera fu installata in ricordo di Loredana Colucci, uccisa dall'ex marito che non accettava la separazione

Un mazzo di mimose deposto su un'installazione simbolo della lotta al femminicidio. Nel giorno della Festa della donna, è l'iniziativa del sindaco di Castellana Grotte, in provincia di Bari, che ha deposto i fiori sulla panchina di colore arancione in piazza Vittorio Emanuele II, nelle vicinanze della stazione. L'opera fu installata in ricordo di Loredana Colucci, una giovane castellanese che si era trasferita ad Albenga (Savona) e che nel 2015 fu uccisa a coltellate dal su ex marito che non accettava la separazione.

28516639_1746100732122569_3634212013736468929_o-2

"Si tratta di un gesto simbolico - ha spiegato il primo cittadino - in questa importante giornata per il mondo femminile anche per non dimenticare un episodio tanto drammatico quanto emblematico per la nostra comunità, e nella sincera speranza di rendere meno vano il sacrificio di questa donna castellanese vittima dell'incomprensibile e deprecabile femminicidio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento