"Datemi i soldi o distruggo la chiesa": minacce a parroco e fedeli di San Ferdinando, arrestato 31enne

L'uomo, un cittadino tunisino, è stato fermato dai carabinieri: per tre anni avrebbe messo in atto intimidazioni e minacce di morte per estorcere denaro, arrivando a millantare rapporti con l'Isis

"I soldi o distruggo la chiesa". Minacce rivolte al parroco di San Ferdinando, ma anche ai fedeli della parrocchia, con l'obiettivo di estorcere denaro. Per tre anni l'uomo - un 31enne tunisino, arrestato dai carabinieri - in più occasioni si sarebbe reso responsabile delle intimidazioni, arrivando anche a minacciare di morte le vittime e a millantare contatti con l'Isis per spaventarle e indurle a consegnare somme di denaro.

Le indagini, coordinate dal pm Giuseppe Dentamaro, da cui è scaturita l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Marco Galesi, sono partite proprio dalla denuncia del parroco della chiesa di via Sparano. 

Le minacce, rivolte al sacerdote, ma anche al viceparroco, al sacrista, e agli stessi parrocchiani, avrebbero avuto come obiettivo quello di ottenere il denaro. Dal 2014 al 2017 il 31enne avrebbe portato avanti le sue intimidazioni, creando grande allarme nella comunità parrocchiale, fino alla denuncia dei fatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

Torna su
BariToday è in caricamento