rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Minacce su Facebook dopo polemiche su fornacelle abusive a San Nicola, Decaro parte civile nel processo

Il primo cittadino ha preso parte all'udienza nel procedimento sulle minacce ricevute da un 26enne barese dopo le polemiche gli scontri avvenuti nel corso della Festa di San Nicola del 2016

Il sindaco di Bari Antonio Decaro si è costituito parte civile nel processo sulle minacce ricevute da un 26enne barese tramite un post fu Facebook dopo le polemiche e gli scontri avvenuti nel corso della Festa di San Nicola del 2016 dopo l'azione della Polizia locale e delle Forze dell'Ordine per smantellare le fornacelle abusive installate sul lungomare di Bari. Il 23 maggio di 2 anni fa, a pochi giorni dal termine della sagra, un giovane, attualmente accusato di minacce e diffamazione, scrisse sulla pagina pubblica Facebook del sindaco frasi come "pezzo di m... bastardo", "devi morire", "sono pronto alla guerra", riferendosi all'ordinanza del primo cittadino contro gli abusivi sul lungomare. Dopo le minacce a Decaro venne assegnata una scorta. Nell'ambito del procedimento in corso anche il Comune di Bari si è costituito parte civile per il danno all'immagine. "Quel giorno una linea è stata tirata tra la legalità e le illegalità. C'è uno spartiacque - ha detto Decaro - sono stato minacciato io ma sono stati minacciati tutti i baresi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce su Facebook dopo polemiche su fornacelle abusive a San Nicola, Decaro parte civile nel processo

BariToday è in caricamento