Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

"Soldi per falsi servizi" di Striscia la Notizia: al via il processo per l'ex inviato Mingo

Nel procedimento è imputata anche la moglie. I due sono accusati di truffa, simulazione di reato, falso, calunnia e diffamazione. Mediaset si è costituita parte civile

E' cominciato dinanzi al Tribunale Monocratico di Bari, con la costituzione di parte civile di Mediaset e le eccezioni preliminari, il processo a carico di Domenico De Pasquale (in arte Mingo), ex inviato di Striscia La Notizia e Corinna Martino (amministratore unico della Mec Produzioni Srl di cui il marito Mingo era socio), accusati di truffa, simulazione di reato, falso, calunnia e diffamazione. I due imputati sono difesi dall'avvocato Francesco Maria Colonna. In base a quanto ipotizzato dagli inquirenti, Mingo, con la complicità di sua moglie, avrebbe truffato Mediaset facendosi pagare per 10 servizi relativi a vicende inventate, spacciate per vere, facendosi anche rimborsare costi non dovuti per figuranti e attori. Secondo la magistratura, l'importo complessivo delle due presunte truffe si aggirerebbe attorno a 170mila euro. Il processo proseguirà il prossimo 16 ottobre con l'audizione dei primi testi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Soldi per falsi servizi" di Striscia la Notizia: al via il processo per l'ex inviato Mingo

BariToday è in caricamento