Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca San Paolo

Minorenne gambizzato al San Paolo, il commando ripreso dalle telecamere: due arresti

I Carabinieri, questa mattina, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un 23enne e un 28enne: secondo l'accusa avrebbero ferito la vittima in un agguato compiuto il 30 luglio 2022

La vittima, in compagnia di alcuni coetanei, sarebbe stata affiancata da un commando costituito da 3 persone, che in sella ad un ciclomotore, a volto scoperto e con l’utilizzo di una pistola, lo avrebbero ferito alla gamba, incuranti della presenza in piazza di altre persone, tra cui bambini. Sono giunte ad una svolta le indagini sul ferimento di un 20enne (all'epoca ancora minorenne) avvenuto nella serata del 30 luglio 2022 in piazza Europa del quartiere 'San Paolo' di Bari: questa mattina i carabinieri hanno eseguito, nel capoluogo pugliese e presso il carcere di Lecce, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due indagati, emessa dal Gip presso il Tribunale di Bari su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, per i reati di "lesioni personali aggravate in concorso", "porto illegale di armi" e "esplosioni pericolose" con l’aggravante del metodo mafioso.

VIDEO: L'AGGUATO NELLE IMMAGINI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Dopo la sparatoria, la vittima fu trasportata dalla madre presso l’ospedale 'San Paolo': i medici diagnosticarono una ferita all’anca e alla coscia sinistra con complicazioni dovuta all’esplosione di un colpo d’arma da fuoco, con successiva prognosi di venti giorni.

I successivi approfondimenti delle Forze dell'Ordine, condotti mediante l’analisi dei sistemi di videosorveglianza e l’utilizzo delle intercettazioni telefoniche, avrebbero consentito di far luce sull’agguato: secondo l'accusa, i presunti autori dell'agguato sarebbero stati così identificati: si tratterebbe di un 23enne e di 28enne (il primo attualmente detenuto per altra causa, il secondo sottoposto alla Sorveglianza speciale), entrambi inseriti all’interno del clan Strisciuglio, nell'articolazione 'San Paolo'.

In particolare, le investigazioni avrebbero ricondotto l’agguato nel più ampio contesto delle tensioni registrate nell’estate del 2022 tra il clan 'Strisciuglio' e membri della famiglia 'Vavalle', ritenuta dagli inquirenti storicamente autonoma rispetto consorteria dominante nel quartiere.

Proprio in risposta al ferimento del minorenne, il 22 agosto 2022, i fratelli Giuseppe e Francesco Vavalle, all’interno del proprio esercizio pubblico-bar Gran Caffè', con la presenza della vittima della precedente azione di fuoco, avrebbero teso un agguato all’indirizzo di Franco Domenico, figura di spicco del clan 'Strisciuglio' della fazione 'San Paolo'. Per questo episodio, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, i militari del Nucleo Investigativo di Bari avevano eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti di quattro membri della famiglia 'Vavalle'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne gambizzato al San Paolo, il commando ripreso dalle telecamere: due arresti
BariToday è in caricamento