Operaio 24enne morto sul lavoro, l'omaggio della Fipav: "Minuto di silenzio durante il campionato di pallavolo"

Davide Di Gioia, di Adelfia, praticava lo sport a livello agonistico. "Sia monito per le problematiche connesse alla sicurezza degli ambienti di lavoro" spiega la Fipav Bari-Foggia

Davide Di Gioia durante una partita

Un minuto di silenzio durante tutte le partite del week-end dei campionati di pallavolo di ogni serie e categoria. Vuole omaggiare così il Comitato provinciale Bari-Foggia della Federazione italiana pallavolo, Davide Di Gioia, l'operaio 24enne deceduto dopo essere caduto dal tetto del capannone su cui stava lavorando. La giova vittima, infatti, praticava lo sport a livello agonistico, da qui l'idea di "rendere omaggio a tutti i ragazzi e alle ragazze - spiegano dalla Fipav Bari-Foggia - che calcano i nostri campi e che lottano per conquistare un posto di lavoro resistendo a mille difficoltà pur di non emigrare".

Il minuto di raccoglimento sarà osservato nelle gare di sabato 2 e domenica 3 febbraio. Un gesto che vuole essere "anche un monito rispetto alle problematiche - conclude la nota - connesse alla sicurezza degli ambienti di lavoro e di tutela di tutti i nostri ragazzi che devono trovare nel lavoro quotidiano l'occasione per poter concretizzzare i propri sogni senza dover mettere a repentaglio la vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

Torna su
BariToday è in caricamento