Cronaca

Mobilità: presentato il nuovo progetto delle Ferrovie del Nord barese

Permetterà l'interconnessione delle reti ferroviarie di centro e nord regione. Sette i comuni interessati direttamente dall'intervento: Barletta, Andria, Corato, Ruvo, Terlizzi, Bitonto e Bari

Presentato stamattina dall'assessore regionale alle infrastrutture strategiche Guglielmo Minervini il progetto di raddoppio del collegamento ferroviario tra nord e centro della Puglia. Un intervento del valore di 180 milioni di euro, che sarà finanziato con i fondi del Programma Operativo F.E.S.R. Puglia 2007-2013 e realizzato dalla Ferrotranviaria spa.

Il progetto prevede il raddoppio per 13 km del binario sulla tratta Corato – Barletta; l’interramento della ferrovia nell’abitato di Andria per 2,9 km, di cui una zona di circa 460 metri in galleria, con tre nuove fermate, la realizzazione di parcheggi di scambio intermodali dislocati in prossimità di 11 stazioni/fermate ferroviarie che offriranno circa 2000 posti auto, l’eliminazione di 13 passaggi a livello e l’interconnessione con la Rete Ferroviaria Italiana nelle stazioni di Bari centrale e Barletta.

Un intervento che - come ha spiegato in conferenza stampa l'assessore Minervini - pur vedendo in primo piano la Bat, inciderà in modo strategico su tutto il sistema della mobilità regionale, anche grazie all'interconnessione con il collegamento ferroviario con l’aeroporto di Bari, in corso di realizzazione.

Secondo Minervini il progetto avrà ricadute positive anche sulla mobilità intraurbana. Ad esempio la città di Bari, con la realizzazione di quattro parcheggi di interscambio a Fesca San Girolamo, alla stazione di Palese, alla fermata di Bari Macchie e di Enziteto, potenzierà il servizio di trasporto metropolitano, che potrà rappresentare una reale alternativa all'uso dell'automobile.

Dal punto di vista amministrativo, dopo l’approvazione del Consiglio regionale dei lavori pubblici e degli uffici dell’assessorato all’ambiente per la Valutazione di impatto ambientale, adesso si attende solo che si esprima la Commissione europea per gli ultimi aspetti di valenza economica, intanto potranno già partire le procedure di appalto. La partenza dei cantieri è prevista entro l'anno, il collaudo dei lavori entro il 2015.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità: presentato il nuovo progetto delle Ferrovie del Nord barese

BariToday è in caricamento