Cronaca

Migranti, on-line il modulo del Comune per ospitarli a casa. Polemica Decaro-Salvini

Al via l'iniziativa solidale organizzata dall'assessorato cittadino al Welfare. Il leader della Lega attacca il sindaco: "Stufo del razzismo di Sinistra". La replica: "A Bari cerchiamo di aiutare le persone senza chiedere razza, sesso o religione"

"Caro Salvini a Bari noi cerchiamo di aiutare le persone, senza chiedere i connotati di razza, sesso o religione. Dalle nostre parti la chiamiamo civiltà". Il sindaco Antonio Decaro sceglie Facebook per rispondere al leader della Lega, dopo che questi aveva attaccato l'iniziativa del Comune sulla possibilità di ospitare i migranti nelle propria abitazione o in una seconda casa. L'assessorato cittadino al Welfare, infatti, ha lanciato il progetto 'Accoglienza in famiglia' attraverso 'Essere Comunità - Rete solidale per l'inclusione', primo in Italia proposto da un'istituzione cittadina: basta compilare un apposito modulo a questo link  indicando la propria disponibilità e fornendo i propri dati. Successivamente, i 'candidati' svolgeranno corsi di preparazione a cura della Cooperativa Gea, prima dell'affidamento dei migranti che verrà definito in collabvorazione con la Prefettura.

Sul tema, questa mattina, era intervenuto proprio Salvini, criticando la proposta del Comune: "Di italiani da aiutare a Bari non ce ne sono? E chi 'ospiterà' lo farà gratis o a pagamento? Sono stufo di questo razzismo di Sinistra" ha tuonato su Fb. Di qui la replica del primo cittadino, supportato anche dalle dichiarazioni dell'assessore al Welfare, Francesca Bottalico: "Mai come in questo caso - ha detto - la solidarietà viene dal basso e dalla naturale umanità che ciascuno uomo che si considera tale dovrebbe avere. E se con la "polis" si intende città, comunità dei cittadini, bene e luogo di tutti, ritengo alquanto fuori luogo ogni sua considerazione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, on-line il modulo del Comune per ospitarli a casa. Polemica Decaro-Salvini

BariToday è in caricamento