menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cocaina nascosta tra i tubi dell'acqua: incastrato dal fiuto del cane antidroga, 47enne in manette

Arresto dei carabinieri a Mola: scoperto un sorvegliato speciale del luogo, che nella sua abitazione del centro storico nascondeva oltre 100 grammi di sostanza stupefacente

All'arrivo dei carabinieri nella sua abitazione non si era scomposto, convinto che si trattasse di un controllo di 'routine'. Ma quando ha visto arrivare anche l'unità cinofila per la perquisizione in casa, ha cominciato a mostrare segni di agitazione. E il motivo è stato presto svelato, quando, tra i tubi dell’impianto idrico che collega il salotto con la cucina, i militari hanno rinvenuto un involucro in cellophane contenente 110 grammi di cocaina purissima.

Così è finito in manette, a Mola,  un 47enne del luogo, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, residente nel centro storico, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In seguito sono stati trovati anche un bilancino di precisione ed il materiale atto a confezionare le dosi di stupefacente, nonché  numerosi telefoni cellulari utilizzati per i contatti con gli acquirenti. 

L'arrestato è stato condotto in carcere mentre la sostanza sottoposta a sequestro verrà analizzata dalla Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento