menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mola, lancia droga dalla finestra per evitare arresto: in carcere sorvegliato speciale

In manette un 44enne: all'arrivo dei carabinieri, giunti della sua abitazione per una perquisizione, ha cercato di sbarazzarsi di diverse dosi di cocaina, ma è stato scoperto ed è finito in carcere

All’arrivo dei Carabinieri, si è sbarazzato della droga gettandola dalla finestra, ma il trucco è stato scoperto ed è finito in carcere.

È accaduto l’altro pomeriggio a Mola di Bari, dove i carabinieri hanno arrestato un sorvegliato speciale di 44 anni, con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e violazione degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria.

I militari, nell’ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno compiuto una perquisizione a casa del sorvegliato. Quando i carabinieri hanno bussato alla porta, l’uomo li ha fatti attendere non poco prima di aprire, proprio perché, nel frattempo, ha alzato la tapparella della finestra della camera da letto e ha gettato un sacchetto in cellophane contenente qualcosa di sospetto, ignaro della presenza di altri carabinieri preventivamente dislocati lungo il perimetro della palazzina, che lo hanno immediatamente recuperato.

Nel sacchetto, infatti, sono state rinvenute 95 dosi di cocaina, pari a 62 grammi, poi sequestrate. Inutile è stato il tentativo da parte del sorvegliato di giustificare il suo comportamento, perché le manette ai suoi polsi sono scattate ugualmente. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari il 44enne è stato poi trasferito in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento