Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Arrestato per rapina, ma i filmati lo scagionano: era in sala giochi

Protagonista della vicenda un 32enne di Mola, arrestato lo scorso 13 gennaio con l'accusa di rapina, dopo essere stato riconosciuto dalla vittima. Ma l'uomo aveva rigettato le accuse, fornendo un alibi che è stato poi confermato dai filmati delle telecamere a circuito chiuso della sala giochi in cui si trovava al momento della rapina

Lo scorso 13 gennaio i carabinieri lo avevano arrestato con l'accusa di rapina: aveva strappato la borsa ad una donna di 49 anni, colpendola con una gomitata e poi fuggendo via con il bottino di 3.300 euro. A riconoscerlo era stata la stessa vittima, la cui testimonianza aveva fatto scattare l'arresto.

Ma lui, un pregiudicato 32enne di Mola, aveva sempre respinto le accuse: in quel momento, aveva raccontato, si trovava all'interno di una sala giochi di Triggiano. Così il gip, durante l'udienza preliminare, aveva disposto di verificare l'alibi fornito dal 32enne. E le telecamere a circuito chiuso della sala giochi hanno effettivamente confermato la sua versione, permettendo al 32enne di tornare in libertà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato per rapina, ma i filmati lo scagionano: era in sala giochi

BariToday è in caricamento