Restauratore dal 'pollice verde': nello scantinato una coltivazione di marijuana

Un 48enne arrestato dai carabinieri a Mola: nel suo laboratorio aveva allestito una vera e propria serra dotata di impianto di areazione, illuminazione e irrigazione

Nello scantinato del suo laboratorio di restauro, aveva messo in piedi un''attività parellela', allestendo una vera e propria coltivazione di marijuana. Scoperto dai carabinieri, nel corso di un servizio antidroga, è finito in manette, a Mola, un 48enne di Triggiano - artigiano con precedenti  - con l’accusa di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti.

Ieri sera, i militari hanno fatto irruzione nel laboratorio di restauro, nel centro della cittadina della costa del sud barese, dove hanno scoperto che il titolare aveva allestito una coltivazione di marijuana all’interno dello scantinato, chiuso con una botola metallica, realizzando una vera e propria serra dotata di impianto di areazione, illuminazione e irrigazione, dove erano conservate 5 piante di marijuana, alte fino a 1,50 mt.. Il 48enne aveva, inoltre, predisposto un ambiente nel quale provvedeva all’essiccazione delle piante, dove i militari hanno recuperato più di 200 grammi di marijuana pronta per l’uso.

Il 48enne è finito agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione della  competente A.G..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento