Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Restauratore dal 'pollice verde': nello scantinato una coltivazione di marijuana

Un 48enne arrestato dai carabinieri a Mola: nel suo laboratorio aveva allestito una vera e propria serra dotata di impianto di areazione, illuminazione e irrigazione

Nello scantinato del suo laboratorio di restauro, aveva messo in piedi un''attività parellela', allestendo una vera e propria coltivazione di marijuana. Scoperto dai carabinieri, nel corso di un servizio antidroga, è finito in manette, a Mola, un 48enne di Triggiano - artigiano con precedenti  - con l’accusa di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti.

Ieri sera, i militari hanno fatto irruzione nel laboratorio di restauro, nel centro della cittadina della costa del sud barese, dove hanno scoperto che il titolare aveva allestito una coltivazione di marijuana all’interno dello scantinato, chiuso con una botola metallica, realizzando una vera e propria serra dotata di impianto di areazione, illuminazione e irrigazione, dove erano conservate 5 piante di marijuana, alte fino a 1,50 mt.. Il 48enne aveva, inoltre, predisposto un ambiente nel quale provvedeva all’essiccazione delle piante, dove i militari hanno recuperato più di 200 grammi di marijuana pronta per l’uso.

Il 48enne è finito agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione della  competente A.G..

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restauratore dal 'pollice verde': nello scantinato una coltivazione di marijuana

BariToday è in caricamento