Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Molfetta: undici auto incendiate in due mesi, preso piromane

Fermato un 47enne del luogo, sorvegliato speciale, ritenuto responsabile dei numerosi incendi di auto e danneggiamenti di edifici verificatisi tra marzo e aprile. Fondamentali per le indagini le immagini registrate da alcuni impianti di videosorveglianza

Per la città di Molfetta era diventato un vero e proprio incubo: tra la fine di marzo e il mese di aprile ben undici auto erano andate a fuoco durante la notte, nella zona del centro storico, tra il porto e la  zona della Madonna dei Martiri, provocando panico tra i residenti e danni nelle strade.

Per gli investigatori la presenza di una stessa mano dietro i diversi episodi era apparsa subito chiara, facendo quindi partire la caccia al piromane seriale. Dopo settimane di indagini, i carabinieri sono riusciti ad identificare il responsabile, arrestando la notte scorsa un 47enne del luogo, Alessandro Albanese, sorvegliato speciale.

In particolare, il 47enne è ritenuto responsabile di due episodi: l’incendio di cinque autovetture e il danneggiamento di un edificio in via Martiri, avvenuti tra il 24 ed il 25 Marzo, e l'incendio di sei auto e di un altro edificio avvenuto la notte del 30 aprile.F

Fondamentali per l'identificazione del piromane sono state le immagini registrate da alcuni impianti di videosorveglianza, e le testimonianza dei residenti delle zone interessate dagli incendi. Grazie ai video, è stato possibile ricostruire anche il modo in cui il 47enne incendiava le auto, dando fuoco a dei cartoni prelevati dai cassonetti della spazzatura e spingendoli sotto le autovetture.

Il 47enne è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Trani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molfetta: undici auto incendiate in due mesi, preso piromane

BariToday è in caricamento