Cronaca

Allacci abusivi all'Enel nelle baracche di fortuna, arrestati 'ladri di elettricità'

In manette a Molfetta otto cittadini romeni di età compresa tra i 19 e i 50 anni. Rifornivano di elettricità le baracche attraverso allacci abusivi ad un palo dell'illuminazione pubblica

Avevano messo in piedi un vero e proprio 'villaggio' di baracche, tutte rigorosamente dotate di energia elettrica, ma attraverso allacci abusivi ad un palo dell'illuminazione pubblica.

E' quanto hanno scoperto i carabinieri a Molfetta, in contrada San Leonardo. In manette sono finiti otto romeni, tra cui tre donne, di età compresa tra i 19 e i 50 anni, ritenuti responsabili di furto aggravato, invasione di terreni e acquisto di cose di sospetta provenienza.  

I militari hanno accertato che gli stranieri rifornivano di energia elettrica sei baracche e due manufatti in muratura allacciandoli abusivamente alla rete tramite dei cavi collegati alla centrale elettrica collocata su di un palo Enel. I successivi accertamenti hanno consentito di appurare che i romeni avevano abusivamente occupato l’area privata dove avevano eretto le baracche, mentre la perquisizione nelle strutture ha permesso di rinvenire 2 decespugliatori, 3 motoseghe, 1 smerigliatore, 2 trapani e un compressore, di dubbia provenienza e sottoposti a sequestro.

Gli otto sono stati arrestati e condotti nel carcere di Trani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allacci abusivi all'Enel nelle baracche di fortuna, arrestati 'ladri di elettricità'

BariToday è in caricamento