Capi griffati, ma contraffatti: scoperto laboratorio clandestino a Molfetta

Sotto sequestro un immobile attrezzato per la produzione: sequestrate alcune alcune mascherine in tessuto 'griffate' con i loghi di noti marchi ricamati

I finanzieri della tenenza di Molfetta hanno individuato un laboratorio clandestino per la fabbricazione di capi di abbigliamento in parte contraffatti.

L’immobile, utilizzato da un cittadino residente a Molfetta, era stato allestito di tutto punto: macchine per la cucitura, macchine per la ricamatura, personal computer impiegati anche per apporre sui capi di abbigliamento marchi di prestigiose griffe nazionali ed internazionali: Adidas, Gucci, Puma. Singolare è stato il ritrovamento di 23 dispositivi di protezione individuale (mascherine) in tessuto, recanti i marchi menzionati, addirittura ricamati.

L’attività di polizia giudiziaria si è conclusa con il sequestro dei capi contraffatti, dell’immobile e dei macchinari. Il soggetto titolare della predetta attività è stato denunziato alla competente Autorità Giudiziaria per il reato ex art. 473 del codice penale “Contraffazione alterazione o uso di marchi o segni distinti ovvero di brevetti, modelli e disegni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

Torna su
BariToday è in caricamento