Molfetta, sequestrati frutti di mare 'vietati': multato commerciante

La Capitaneria di Porto ha rinvenuto 40kg di 'taratuffi' nel corso di controlli sulla Banchina San Domenico, al porto: la merce è stata quindi sequestrata

La Guardia Costiera di Molfetta, nel corso di alcuni controlli, ha sequestrato, nelle vicinanze della Banchina San Domenico, in zona porto, 40 chili di tunicati sella specie microcosmus, detti più comunemente 'taratuffi', la cui vendita è vietata. Multato un commerciante di Terlizzi, sanzionato per non aver fornito le informazioni obbligatorie ai consumatori, previste dalla legge con apposita eichettatura. La frutta di mare è stata quindi sequestrata e distrutta.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento