Cronaca

I riti del Giovedì Santo a Molfetta

"E’ la nostra tradizione, sono i nostri riti che nel tempo continuano imperterriti a darci soddisfazioni"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Le tradizioni molfettesi, arriva il "Giovedì Santo" in tutte le parrocchie a Molfetta si visitano i Sepolcri.

Entra nel vivo la "Settimana Santa" e sino a sabato una tre giorni davvero molto importante per Molfetta la nostra città.

Il Giovedì Santo da sempre, a Molfetta, è vissuto come un giorno speciale, dove la religiosità lascia spazio alla tradizione.

Dopo la consueta celebrazione liturgica "In Coena Domini" tutte le parrocchie esporranno il Santissimo e saranno allestiti i repositori, comunemente detti "sepolcri".

Molfetta improvvisamente si riempie di gente, a Corso Dante sembra quasi festa, anche quest'anno c'è chi arriva dall'estero per parteciparvi, molti sono i "nostri emigranti".

"E' la nostra tradizione, sono i nostri riti che nel tempo continuano imperterriti a darci soddisfazioni."

E' orami da qualche anno che durante il Giovedì Santo scatta la"notte bianca molfettese", in gergo detta "la nottata".

Vien vissuta soprattutto dai più giovani e consiste nel restare in giro il più possibile, magari trattenendosi nei locali o nelle caffetterie aperte, in attesa delle 3.30 del mattino, quando le porte della Chiesa di Santo Stefano si spalancheranno per dar vita alla Processione dei Cinque Misteri.

"Welcome to Molfetta"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I riti del Giovedì Santo a Molfetta

BariToday è in caricamento