Cronaca

Molfetta, dirigente ospedaliero denunciato per truffa al Sistema Sanitario Nazionale

Aveva un contratto di esclusività con l'A.S.L. di Bari in cui si impegnava a non esercitare fuori dall'azienda ospedaliera e invece visitava in uno studio privato. Sequestrati 40mila euro

Le Fiamme Gialle di Molfetta hanno scoperto la truffa perpetrata da un dirigente ospedaliero dell'A.S.L. di Bari nei confronti del Sistema Sanitario Nazionale. 

Il medico aveva firmato con l’A.S.L. di Bari un contratto di “esclusività” impegnandosi a non esercitare la libera professione se non all’interno dell’azienda ospedaliera di appartenenza (il cosiddetto regime d'intramoenia) oppure, all’esterno, ma solo a determinate condizioni imposte dalla legge (intramoenia allargata), godendo, per questo, delle indennità incentivanti previste per i dirigenti sanitari pubblici. 

Le indagini condotte dai finanzieri, durante le quali sono stati ascoltati ben 150 pazienti, hanno smascherato il dipendente pubblico che, con una partita IVA attiva da più di dieci anni (mai comunicata all’A.S.L. di appartenenza), esercitava, di fatto, attività in regime di “extramoenia”, visitando centinaia di pazienti presso il suo studio privato di Molfetta.

Nello specifico, è stato accertato che il medico, oltre ad usufruire indebitamente dei cospicui benefici economici previsti per gli “esclusivisti”, effettuava visite “private” anche nei periodi in cui risultava assente dall’Ospedale per malattia o corsi di aggiornamento, incassando le parcelle dai suoi clienti, con un ingiusto profitto a danno del Sistema Sanitario Nazionale.

Al termine delle indagini, il professionista è stato denunciato per truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato e falsità ideologica. Inoltre, il P.M. che si è occupato del caso ha chiesto e ottenuto dal G.I.P. di Trani il sequestro preventivo “per equivalente” dell’importo di circa 40 mila euro, pari alle indennità indebitamente riscosse, già eseguito su alcuni c/c bancari nella sua disponibilità. 

La posizione del dirigente pubblico è stata segnalata anche alla Corte dei Conti di Bari per gli eventuali profili di responsabilità contabile e amministrativa in termini di “danno erariale”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molfetta, dirigente ospedaliero denunciato per truffa al Sistema Sanitario Nazionale

BariToday è in caricamento