rotate-mobile
Cronaca Molfetta

Si rifiuta di pagare al fast food e pesta un commesso, arrestato un minore

Il 16enne pretendeva cibo e bevande gratis, al rifiuto del commesso lo ha pestato a sangue. Il malcapitato se l'è cavata con ferite al volto guaribili in dieci giorni

Brutto episodio di violenza a Molfetta, dove i carabinieri hanno arrestato  un 16enne già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentata estorsione aggravata, percosse e lesioni.

I militari sono intervenuti presso un fast food del luogo dove si è consumata un’aggressione ai danni di un commesso. Giunti sul posto, gli uomini dell'arma hanno bloccato il minorenne che ancora brandiva nelle mani una bottiglia di vetro.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, il minore, dopo aver preteso, dietro minacce di morte, cibo e bevande gratuite, al rifiuto da parte del commesso, un cittadino pakistano di 26 anni, non ha esitato a picchiarlo selvaggiamente, sferrandogli diversi pugni al volto, tanto da cagionargli lesioni giudicate guaribili in dieci giorni. Tratto in arresto, il 16enne è stato associato al centro di prima accoglienza Fornelli di Bari.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rifiuta di pagare al fast food e pesta un commesso, arrestato un minore

BariToday è in caricamento