Cronaca

Si spegne a 12 anni il cane poliziotto Gino: "Aveva lottato a lungo con un terribile male"

L'esemplare di labrador irlandese era stato per anni in servizio nell'Unità cinofila della Polizia di Bari, insieme al suo conduttore Aldo

Ha lottato fino all'ultimo con un terribile linfoma, prima di arrendersi di fianco all'uomo che lo aveva accompagnato in tante operazioni pericolose: il suo conduttore Aldo Dammacco. La polizia di Stato ha perso venerdì scorso 'Gino', uno dei primi cani poliziotto in servizio nell'Unità cinofila di Bari, spentosi alla soglia dei 12 anni.

59229979_10156518383791374_3983981732142514176_n-2

Specializzato nella ricerca di esplosivi e armi, aveva portato a termine con successo tante operazioni nella provincia, fino al pensionamento e alla successiva adozione da parte dell'assistente capo 36enne. A ricordarlo è stato anche 'Agente Lisa', il profilo Facebook della Polizia di Stato: "Il 'malaccio' spesso non ha risparmiato nessuno, nemmeno te - scrivono i colleghi - E sono sicura che come sempre avrai affrontato anche questo grande salto nel buio con quello sguardo fisso, senza paura. E come sempre Aldo era lì con te". Centinaia i messaggi di commiato e le condivisioni del post, per il quadrupede entrato nel cuore non solo dei tanti colleghi in servizio al Comando provinciale, ma anche di bambini e ragazzi che partecipavano alle giornate dimostrative organizzate dalla Polizia di Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si spegne a 12 anni il cane poliziotto Gino: "Aveva lottato a lungo con un terribile male"

BariToday è in caricamento