rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Cronaca

Addio al giornalista Alessio Viola, fondò 'La taverna del Maltese': "Scrittore con la passione per il Rugby"

Nato nel Foggiano, aveva vissuto le sue esperienze professionali a Bari: autore di saggi e racconti, era editorialista di quotidiani locali e nazionali. Alla fine degli anni '70, partecipò alla nascita dello storico locale barese

L'ultimo post pubblicato su facebook è datato 17 dicembre: i versi del poeta russo Esenin accompagnavano una dolce dedica a Siniša Mihajlovi?. Alessio Viola, scrittore, giornalista e fondatore dello storico locale barese 'La Taverna del Maltese', è scomparso all'età di 70 anni.

"Apprendo della scomparsa del caro amico e compagno Alessio Viola per una malattia contratta sul lavoro da giovane - ha scritto in un post su facebook il direttore sanitario Asl, Danny Sivo - Un uomo libero compagno di chiacchiere politiche e anche scorribande. Un uomo che è stato uno di noi, uno della famiglia della sinistra barese, lo ricordo dai tempi della Taverna del Maltese di cui fu animatore e poi scrittore ed editorialista con la passione per lo sport vero, il Rugby".

A dedicare un pensiero ad Alessio Viola anche il sindaco di Bari, Antonio Decaro. "Non siamo mai stati compagni politici, anzi: ci siamo scontrati spesso, sulle pagine dei giornali e faccia a faccia - scrive nel suo messaggio sui social - Non mi hai mai risparmiato critiche, a cui ho sempre voluto rispondere, perché la tua opinione non è mai stata fine a se stessa o autoriferita. Abbiamo discusso della città, della politica, della nostra idea di governo. Ci siamo incontrati diverse volte negli ultimi anni. Ci siamo anche abbracciati, perché ci volevamo bene. Ingenuamente ho pensato la malattia ti avrebbe reso più indulgente nei nostri confronti ma niente da fare, severo fino alla fine! Meglio cosi, perché oggi posso dire che a Bari mancherà una voce critica, acuta e ironica, capace di cogliere le ombre più oscure di questa città, anche quelle che a volte si celano dietro il potere. A Bari mancherà la tua intelligenza, Alessio. E a me mancheranno le tue critiche da uomo libero".

“La scomparsa di Alessio Viola mi addolora molto - dichiara il presidente della Regione, Michele Emiliano - Scrittore e giornalista appassionato e leale, Alessio ha sempre cercato di utilizzare la scrittura come grimaldello dei tempi, sempre capace di ascoltare, di scardinare, di denunciare e al contempo di costruire. Mi unisco al dolore di quanti lo hanno conosciuto e apprezzato. Alla famiglia, ai colleghi, ai suoi cari, giunga il mio sincero cordoglio unito a quello dell’intera comunità pugliese”.

Nato a Troia, nel Foggiano, Alessio Viola si era laureato in Filosofia. Dopo le esperienze lavorative in fabbrica e nel sindacato, aveva fondato, con Antonino Di Stefano, il pub 'La Taverna del Maltese': il locale divenne il punto d'incontro degli intellettuali baresi. Viola aveva intrapreso anche la carriera giornalistica, collaborando con i quotidiani 'La Repubblica' e 'Corriere del Mezzogiorno'. L'attività che più l'appassionava era però la scrittura di saggi e racconti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al giornalista Alessio Viola, fondò 'La taverna del Maltese': "Scrittore con la passione per il Rugby"

BariToday è in caricamento