Muore per ischemia a 62 anni, la generosità dei familiari diventa speranza per altri pazienti: donati fegato, reni e cornee

E' accaduto al Di Venere. Pubblico ringraziamento della Asl per i parenti dell'uomo, che hanno autorizzato il consenso degli organi e dei tessuti, permettendo così di aiutare altre persone

Un gesto di grande generosità, pur nel dolore di aver perso una persona cara, un gesto capace di generare vita dalla morte, e dare nuova speranza. E' quello compiuto lo scorso 19 ottobre dai familiari di un 62enne, deceduto per ischemia cerebrale nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale Di Venere di Bari.

Dopo il consenso dei familiari alla donazione degli organi e dei tessuti, è partita la relativa procedura che nella notte ha portato al prelievo di fegato, cornee e reni, eseguito dall'equipe del Centro Trapianti del Policlinico di Bari. Rendendo noto l'episodio con un post sulla pagina Fb ufficiale della Asl di Bari, la direzione ha ringraziato pubblicamente i familiari "per la sensibilità dimostrata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maltempo in arrivo e allerta arancione sul Barese: scuole chiuse in alcuni Comuni

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

Torna su
BariToday è in caricamento