Cronaca

Morì per emorragia non diagnosticata all'ospedale San Paolo, condannati due medici per omicidio colposo

Comminata una pena (sospesa) di otto mesi di reclusione nel processo di primo grado sulla morte di Onofrio Scardicchio, ex dirigente della Regione, deceduto nel 2012. Assolto un altro medico

Due medici sono stati condannati per omicidio colposo alla pena (sospesa) di otto mesi di reclusione nell'ambito del processo di primo grado sulla morte di Onofrio Scardicchio, ex dirigente della Regione Puglia, icoverato nel novembre 2012 all’ospedale San Paolo di Bari e deceduto a causa di una emorragia non diagnosticata dopo un intervento per colecisti.

Le condanne riguardano i medici Michele Demundo e Giuseppe Gozzo. Assolto invece, “perché il fatto non costituisce reato” Olindo Custodero. Il giudice monocratico Angelo Salerno ha condannato la Asl di Bari, responsabile civile, e gli imputati ritenuti responsabili al risarcimento danni nei confronti dei figli della vittima, costituiti parti civili e assistiti dall’avvocato Paolo Gallinelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì per emorragia non diagnosticata all'ospedale San Paolo, condannati due medici per omicidio colposo

BariToday è in caricamento