Addio al professor Mario Tauro, il cordoglio della città: "Storico riferimento della cultura barese"

Il docente aveva 82 anni: è deceduto a seguito delle conseguenze di una caduta dopo essere stato investito da una bicicletta nel centro cittadino. Il messaggio di Decaro: "Promotore della cultura del bello"

Si sono svolti questa mattina, nella chiesa di San Ferdinando in via Sparano i funerali del professor Mario Tauro, storica figura di riferimento della cultura e del sociale in città. Aveva 82 anni: è deceduto a seguito di alcune complicanze scaturite da una caduta, avvenuta sembrerebbe dopo essere stato investito da una bici. Il sindaco Antonio Decaro ha espresso il suo cordoglio e quello dei baresi: "Uomo libero da condizionamenti ideologici e innamorato della sua città - ha affermato in un messaggio alla famiglia - seppe promuovere la cultura del bello e della tutela in anni in cui la speculazione edilizia tentava di deturpare il patrimonio delle ville e dei giardini storici di realizzazione ottocentesca. La sua è la storia di chi ha dedicato tutta la vita a insegnare alle giovani generazioni l'importanza del patrimonio culturale. Se oggi Bari è una città migliore dal punto di vista della sostenibilità ambientale lo dobbiamo anche grazie alla straordinaria esperienza e impegno di Mario Tauro. Ai familiari giungano i sentimenti di cordoglio miei personali e dell'intera città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

Torna su
BariToday è in caricamento