Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Bitonto

Preso a pugni, 40enne muore nella stazione di servizio. Ventenne sottoposto a fermo, il racconto: "Guardava le nostre donne"

Vittima il 40enne Paolo Caprio: colpito al volto, è caduto battendo la testa ed è morto. Il 20enne, che si è presentato spontaneamente in caserma alcune ore dopo, è accusato di omicidio volontario aggravato: "L'ho visto cadere, non pensando che sarebbe morto sono andato via"

"Mentre stazionavamo sulle panche sotto il gazebo con le nostre mogli", Caprio "si è avvicinato per origliare cosa stessimo dicendo e ha guardato in maniera provocatoria le nostre compagne. Notata questa circostanza, io mi sono alzato, gli ho detto testualmente 'sempre avanti e dietro devi andare? Qual è il problema?', così dicendo gli ho tirato tre pugni colpendolo al viso, l'ho visto cadere in terra e sbattere la testa sul marciapiede. Non pensando che sarebbe morto sono andato via". 

E' un 20enne di Bitonto, Fabio Giampalmo, il giovane sottoposto a fermo per l'omicidio volontario aggravato di Paolo Caprio, imbianchino 40enne di Bitonto, Caprio-2 morto la notte scorsa durante un litigio avvenuto in una stazione di servizio alle porte della cittadina. Nel decreto di fermo notificato al 20enne, difeso dall'avvocato Nicola Capaldi, è contenuto anche il racconto dei fatti - riportato dall'Ansa - fatto dallo stesso ragazzo ai carabinieri e al magistrato. Il 20enne ha confessato di aver colpito Caprio, riferendo di averlo lasciato a terra per poi allontanarsi in auto. Dopo alcune ore e dopo aver appreso che il 40enne aggredito era morto, si è presentato spontaneamente in caserma accompagnato dal suo avvocato.

Il 20enne ha riferito di aver notato la vittima, che conosceva di vista, e che sarebbe stata in compagnia di un amico, parlare con la sua compagna e con quelle dei  suoi amici, mentre gli uomini si trovavano nel bar per giocare alle slot machine. Quindi sarebbe uscito, e all'ennesimo sguardo "non gradito" avrebbe colpito la vittima. Paolo Caprio - come ricostruito anche attraverso le immagini di videosorveglianza - è caduto battendo violentemente la testa sul marciapiede: i soccorsi si sono rivelati inutili.

(foto nell'articolo: la vittima, Paolo Caprio - Fb)

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preso a pugni, 40enne muore nella stazione di servizio. Ventenne sottoposto a fermo, il racconto: "Guardava le nostre donne"

BariToday è in caricamento