rotate-mobile
Cronaca

Motopesca lancia Sos, cadavere di un marittimo molese ritrovato in mare nel siracusano

Il corpo senza vita recuperato dalla Capitaneria di Porto a circa 28 miglia nautiche a sud-est da Portopalo di Capo Passero: è il comandante del motopeschereccio Giulia Rana, iscritto nel registro navale di Molfetta

E' stato recuperato a 28 miglia nautiche a sud-est da Portopalo di Capo Passero, nel siracusano, il corpo senza vita del comandante del motopeschereccio 'Giulia Rana', iscritto nel registro navale di Molfetta.

Le ricerche della Capitaneria di Porto sono scattate in seguito alla richiesta di soccorso lanciata dall’equipaggio della stessa imbarcazione, composto da marittimi di Mola. Le attività di ricerca, condotte con due mezzi navali e un Atr 42 della Guardia Costiera, si sono protratte per due ore, fino al ritrovamento di M. O., 60 anni, di Mola, comandante del motopesca. Il corpo senza vita è stato recuperato da una delle motovedette intervenute e trasferito nel Porto di Siracusa, con al seguito il motopeschereccio pugliese.

Sulla vicenda la Procura di Siracusa ha aperto un fascicolo, senza indagati, disponendo anche, come atto dovuto, l'autopsia, anche se il decesso pare sia avvenuto per annegamento. Secondo una prima ricostruzione, l'uomo è caduto in mare mentre l'imbarcazione era in navigazione. In queste ore gli uomini dell'equipaggio saranno ascoltati per cercare di ricostruire l'accaduto.

*Ultimo aggiornamento ore 14.15
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motopesca lancia Sos, cadavere di un marittimo molese ritrovato in mare nel siracusano

BariToday è in caricamento