Lotta al 'sacchetto selvaggio', a Casamassima fototrappole e droni contro gli incivili: "56 sanzioni nel 2019"

A fornire i dati sull'abbandono dei rifiuti è la polizia locale del Comune barese. In un video, pubblicato dal sindaco Nitti, si vedono le persone sanzionate in azione

C'è chi abbandona il sacchetto vicino all'isola ecologica e chi invece sceglie un luogo al riparo da occhi indiscreti, pensando di non essere visto. Ma non è così: le fototrappole e i droni stanno registrando e a stretto giro il malcapitato riceverà una multa tra i 50 e i 250 euro. È il pugno duro dell'amministrazione comunale di Casamassima per scoraggiare gli incivili a lasciare sacchetti e rifiuti ingombranti per la strada. In mattinata persino il sindaco Giuseppe Nitti ha voluto mettere alla gogna mediatica i responsabili, pubblicando i video ripresi dalle telecamere sul suo profilo social.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Le multe elevate

E le fototrappole stanno facendo il loro lavoro: secondo i dati della polizia locale forniti a BariToday, sono 56 le sanzioni effettuate da inizio 2019 nel territorio comunale, nel quale però sono presenti, seppur in minima parte, anche quelle relative al conferimento di rifiuti fuori orario. “La lotta e il contrasto all’abbandono dei rifiuti – osserva il sindaco Nitti – rappresentano una priorità per la nostra amministrazione. Non a caso abbiamo fatto in modo che l’azione di repressione del fenomeno fosse supportata anche dall’utilizzo di droni. Vigilare non per reprimere, ma per sollecitare i concittadini indisciplinati a seguire comportamenti corretti anche nel conferimento, vuol dire portare rispetto verso i casamassimesi – la stragrande maggioranza – che svolgono la raccolta differenziata con attenzione e scrupolosità".

"Invito i nostri concittadini – aggiunge il comandante della polizia locale, Francesco Prigigallo – a segnalare tempestivamente al nostro comando casi di persone sorprese ad abbandonare rifiuti per strada. La collaborazione per noi è fondamentale, così come importante è riuscire a intervenire, quando possibile, in maniera immediata". E conferma che la volontà è di operare per gli importi delle sanzioni nei confronti di chi abbandona i rifiuti. "Il fenomeno è forse più diffuso di quanto sembri, pertanto per arginarlo è necessaria la collaborazione di tutti" conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Allarme bomba in piazza Moro, trovato borsone sospetto: l'area è stata transennata

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

Torna su
BariToday è in caricamento