menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abbandono rifiuti, a Giovinazzo pugno di ferro del sindaco: "In arrivo multe da 600 euro"

Si tratta della sanzione più alta per l'illecito. Il primo a riceverla sarà un uomo, beccato da una fototrappola a scaricare rifiuti dalla sua auto

Multe da 600 euro (la sanzione più alta) per contrastare il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti. È la decisione di El sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma, per punire gli incivili nel comune barese. 

"Adesso basta, ho deciso di applicare la sanzione più alta nei confronti di questi vigliacchi che continuano a sfregiare la città e l’ambiente" spiega il primo cittadino, mostrando la foto della prima persona che riceverà la sanzione: si tratta di un uomo, già individuato dagli agenti del Comando di polizia locale, filmato  mentre abbandonava un vascone colmo di rifiuti in località Pietre Rosse. 

L’uomo è stato beccato  da una video trappola e individuato grazie al numero di targa dell’auto. "Stiamo affinando i sistemi  e investendo in tecnologie sempre più sofisticate perché il tempo della tolleranza è ormai scaduto - continua il sindaco Depalma -  Ho fatto centinaia di appelli e centinaia di multe,  ma non sono bastati. Vediamo se saranno i 600 euro a sortire l’effetto desiderato. Ringrazio tanta gente della mia città che ci sta aiutando, in particolare le associazioni ambientaliste che da mesi  sono al nostro fianco in questa battaglia  senza tregua, è anche per rispetto di queste persone che ci mettono l’anima che sento il dovere morale  di stanare una volta per tutte questi incivili aumentando l’importo del verbale”. 

Intanto, il Comando della Polizia Locale di Giovinazzo si è dotato di altre 4 foto-trappole,   per un totale di 6, che verranno spostate ogni settimana sia nell’agro giovinazzese che nel centro urbano.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento