menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partite di basket, runner in gruppo e polpi 'arricciati' sul lungomare: multe a raffica per il mancato rispetto dei provvedimenti Covid

Migliaia di euro di sanzioni in mattinata da parte della polizia locale: tra questi, anche runner che non seguivano la distanza di sicurezza e assembramenti di varia natura

Raffica di multe in mattinata per il mancato rispetto delle restrizioni da Covid-19 a Bari. La polizia locale ha effettuato una serie di controlli su tutti i 40 chilometri costieri del capoluogo, da Torre a Mare a Santo Spirito, elevando 15 sanzioni per diverse migliaia di euro in totale. A partire da Parco Perotti, dove è stata interrotta una partita di basket, per di più in un'area delimitata e transennata dal nastro bicolore: per ciascuno dei giocatori, di età tra i 18 e i 22 anni, è scattata la multa di 400 euro. Rimanendo in ambito sportivo, le sanzioni hanno raggiunto anche alcuni runner che correvano sul lungomare senza mascherine e a stretto contatto tra loro.

Diversi i pescatori e acquirenti multati a 'N derr la lanz' per il mancato distanziamento sociale e per la mancanza di mascherine. Anche in zona San Giorgio sono stati multati alcuni cittadini intenti ad 'arricciare' polpi e sviscerare seppioline. E tra i multati c'era sia chi si è opposto (come il gruppo di runner, che ha assicurato di "procedere in fila indiana ben distanziata") e chi ha ammesso la colpa. Come l'uomo beccato sul lungomare Alfredo Giovine, che agli agenti ha spiegato di essersi "fatto una camminata a mare dopo due mesi, visto che sono anche disoccupato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento